HomeMedicina AlternativaL'acido acetico antibatterico sradica MRS ed E.coli

L’acido acetico antibatterico sradica MRS ed E.coli

(Acido acetico-Immagine Credit Public Domain).

Darshna Yagnik e Malcom Ward engtrambi del Dipartimento di Scienze Naturali, Scuola di Scienza e Tecnologia, Middlesex University, The Burroughs, Londra e Malcom Ward, hanno pubblicato su Nature, i risultati di un nuovo studio che mostra che l’acido acetico antibatterico sradica MRS ed E.coli.

Le infezioni microbiche stanno attualmente ponendo gravi minacce per la salute in tutto il mondo su scale inconcepibili. È stato dimostrato che infezioni come HIV, SARS-CoV2, Ebola, MRSA ed E. coli si diffondono rapidamente tra gli esseri umani, causando complicazioni tra cui la sepsi accompagnata da tempeste di citochine che possono portare a insufficienza multiorgano e decessi.

Inoltre, la resistenza antimicrobica e le mutazioni virali sono una grande preoccupazione che ha portato a ulteriori limiti alla scelta terapeutica Il rapporto globale 2017 dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sulla resistenza antimicrobica afferma che ci sono alti tassi di resistenza ai farmaci di ultima generazione comunemente usati per trattare gravi infezioni ospedaliere. Evidenzia inoltre un aumento di due volte della mortalità per tutte le cause per E. coli sia resistente alle cefalosporine che ai fluorochinoloni.

- Advertisement -

L’uso inappropriato di antibiotici da parte dell’uomo, gli allevamenti di animali, la scarsa igiene e la mancanza di controllo delle infezioni nell’assistenza sanitaria hanno contribuito all’emergere di batteri resistenti agli antibiotici. Le beta-lattamasi multiresistenti e a spettro esteso che producono E. coli possono causare infezioni pericolose per la vita. E. coli e Staphylococcus aureus fanno parte della flora facoltativa rispettivamente del tratto gastrointestinale e della pelle. La resistenza agli antibiotici si sviluppa dopo un’esposizione prolungata agli antibiotici.

Vedi anch:L’aceto uccide i batteri?

L’acido acetico (ACV)  è ottenuto da un processo di fermentazione alcolica di una combinazione di mele, zucchero e lievito. I costituenti includono acido acetico al 5%, madre, nonché potassio, magnesio e calcio. Uno di questi ingredienti, l’acido acetico, ha potenti proprietà antimicrobiche ed è stato dimostrato che inibisce la crescita planctonica dei biofilm costituiti da A. baumannii e P. aeruginosa sulle ustioni. È stato anche dimostrato che inibisce la crescita delle cellule di lievito causando la degradazione mitocondriale e ribosomiale che porta all’apoptosi. “Abbiamo precedentemente dimostrato che l’ACV ha una forte azione antimicrobica contro E. coli non resistente, Candida albicansStaphylococcus aureus. Pertanto, lo scopo del presente studio era di indagare l’attività antibatterica dell’ACV sui microbi resistenti agli antibiotici.

Risultati

Attività antimicrobica dell’ACV contro E.coli resistenti e MRSA

“Per determinare l’attività antimicrobica dell’ACV abbiamo coltivato direttamente E. coli resistente o MRSA con diverse concentrazioni di ACV”, spiegano gli autori.

- Advertisement -

“La figura  1 mostra l’inibizione della crescita in MRSA e rE. coli dopo trattamento con diverse concentrazioni di ACV da puro o non diluito. La figura  2 rappresenta le immagini microscopiche della luce della co-coltura di monociti con entrambi i microbi con e senza ACV (diluizione 1:25) colorati con blu trypan. Da notare che c’erano significativamente più monociti che erano vivi dopo l’aggiunta di ACV e l’esposizione ai microbi. Inoltre, anche l’aggiunta pura di ACV ai monociti in coltura per 6 ore non era tossica per le cellule con una vitalità dei monociti superiore al 90%. La dose minima richiesta per limitare la crescita di MRSA e E.coli era una diluizione 1:25 dell’ACV di Bragg (0,5% di acido acetico). Abbiamo anche confrontato diverse dosi di compresse orali ACV commerciali sui microbi. Abbiamo testato concentrazioni nell’intervallo 50-400 ug/mL in doppia diluizione delle compresse ACV contro ciascun microbo. La MIC per le compresse ACV era di 200 µg/mL sia per MRSA che per rE. coli rispettivamente. Tutte le diluizioni sono state effettuate utilizzando acqua sterile. Abbiamo usato Braggs ACV per tutti gli esperimenti futuri alla concentrazione inibitoria minima richiesta per ciascun organismo”.

Figura 1
Figura 1

Effetto dell’ACV sulla crescita microbica dopo incubazione a 37°C per 24 h su piastre di agar. ( A ) E. coli resistente ; ( B ) MRSA. L’ACV è stato applicato puro, 1:2 v/v in acqua distillata o compresse di ACV a 400 o 200 μg/ml. Le fotografie sono state scattate utilizzando una fotocamera Samsung da 20 Mega pixel.

figura 2
figura 2

Immagini al microscopio ottico che rappresentano l’effetto di ACV su co-colture di monociti con microbi dopo incubazione per 24 ore a 37 ° C La vitalità cellulare è stata valutata utilizzando la colorazione con blu trypan. (A) MRSA, (B) MRSA con ACV, (C) E. coli resistente ; (D) E. coli resistente con ACV.

“Concludiamo che l’ACV può avere potenti effetti antimicrobici direttamente su E. coli e MRSA resistenti. La modalità d’azione sembra comportare un’alterazione della fisiologia patogena dei microbi. Questi risultati in vitro evidenziano la capacità antimicrobica dell’ACV. Pertanto, questo studio richiede ulteriori ricerche cliniche sull’efficacia del trattamento di pazienti infetti da infezioni batteriche resistenti con l’integrazione di ACV. L’ACV potrebbe costituire l’ingrediente principale di un antimicrobico farmacologico contemporaneo contro MRSA e rE. coli”, aggiungono i ricercatori.

Fonte:Nature

 

ULTIMI ARTICOLI

Cancro del polmone: quando la radioterapia fallisce

(Cancro del polmone-Immagine: a sinistra, un adenocarcinoma colorato del polmone. La sezione B ingrandita mostra tessuto polmonare sano, la sezione C ingrandita un adenocarcinoma. La...

Malattia di Krabbe: i neuroni possono provocare la propria distruzione

(Malattia di krabbe-Immagine: il Dottor Daesung Shin (a sinistra) e uno studente laureato Jacob Favret (a destra) discutono della neurodegenerazione riscontrata nel modello della...

Antidolorifici: in che modo bloccano il dolore?

(Antidolorifici-Immagine Credit Public Domain). Sebbene il dolore possa essere orribile, ha uno scopo utile. Senza la capacità di provare dolore, la vita è più pericolosa....

Antichi microbi possono aiutarci a trovare forme di vita extraterrestri

Utilizzando proteine ​​che catturano la luce nei microbi viventi, gli scienziati hanno ricostruito com'era la vita per alcuni dei primi organismi della Terra. Questi sforzi potrebbero...

Alimenti geneticamente modificati: chi si fida?

Attraverso CRISPR e altre tecnologie di modifica genetica, ricercatori e sviluppatori sono pronti a portare dozzine - se non centinaia - di nuovi prodotti nei...