La protezione solare riduce il rischio di melanoma del 40%

melanoma

Uno studio  condotto dall’Università di Sydney ha scoperto che gli australiani di età compresa tra i 18 ed i 40 anni che utilizzavano regolarmente le creme solari già durante l’infanzia, avevano un rischio ridotto di sviluppare il melanoma del 40%, rispetto a quelli che le usavano raramente.

Il melanoma è il tumore più comune diagnosticato negli uomini australiani tra i 25 ed i 49 anni ed è il secondo più comune tumore nelle donne di età compresa tra 25 e 49 anni, dopo il tumore al seno. Circa due su tre australiani saranno diagnosticati con melanoma o altri tipi di cancro della pelle quando avranno 70 anni.

( Vedi anche:Nel melanoma, la radiochirurgia può combinarsi bene con l’ immunoterapia).

Pubblicato oggi in JAMA Dermatology, questo è il primo studio che esamina l’associazione tra l’uso di creme solari e il rischio di melanoma nei giovani con meno di 40 anni di età. Lo studio ha analizzato i dati raccolti da quasi 1700 persone che hanno partecipato allo studio sul melanoma nella famiglia australiana.

“Il nostro studio mostra che l’uso di creme solari nell’infanzia e nell’età adulta è  protettivo contro il melanoma nei giovani di 18-40 anni, con il rischio ridotto del 35-40% per i normali utenti di creme solari rispetto a coloro che le utilizzano raramente“, ha affermato il ricercatore capo, la Prof.ssa Anne Cust, che dirige il gruppo di ricerca sulla epidemiologia e la prevenzione del cancro presso la School of Public Health dell’Università di Sydney e il Melanoma Institute in Australia.

“L’associazione tra esposizione al sole e scottature solari con rischio di melanoma, in particolare durante l’infanzia, è ben consolidata e questo studio ha dimostrato che l’uso regolare della protezione solare era protettivo contro gli effetti nocivi dell’esposizione al sole. Gli utenti regolari di creme solari avevano più probabilità di essere femmine, più giovani, di origine britannica o del nord Europa e avevano livelli di istruzione più elevati, pigmentazione della pelle più chiara e una forte storia di scottature solari. Le persone che avevano meno probabilità di usare la protezione solare erano maschi, più anziani, meno istruiti o avevano una pelle più scura o più resistente alle scottature. Nonostante la protezione solare sia ampiamente disponibile e raccomandata per la protezione solare, l’ottimizzazione dell’uso dei filtri solari rimane una sfida e le controversie continuano a circondarne l’uso”.

Questo studio conferma che la protezione solare è una forma efficace di protezione e riduce il rischio di sviluppare il melanoma da giovane. La crema solare deve essere applicata regolarmente durante l’infanzia e durante l’età adulta quando l’indice UV è 3 o superiore, per ridurre il rischio di sviluppare il melanoma e altri tumori della pelle.

Alcuni sottogruppi di popolazione, come le persone con la pelle sensibile al sole, potrebbero trarre maggiori benefici dall’uso della crema solare.

Fonte:

Altri articoli su melanoma