Isolati i primi anticorpi monoclonali umani in grado di neutralizzare il norovirus

norovirus

I ricercatori del Vanderbilt University Medical Center hanno isolato i primi anticorpi monoclonali umani in grado di neutralizzare il norovirus, la principale causa di malattia gastrointestinale acuta nel mondo.

“Questi anticorpi, descritti questa settimana sulla rivista Gastroenterology, “hanno un alto potenziale” per migliorare la diagnosi e il trattamento delle malattie da norovirus e per promuovere gli sforzi per sviluppare il primo vaccino contro il norovirus”, hanno concluso i ricercatori.

“In passato nessuno poteva coltivare il norovirus in laboratorio, quindi i progressi nello sviluppo dei trattamenti erano lenti”, ha detto James Crowe autore corrispondente dell’ articolo. “In questo studio abbiamo combinato nuove tecnologie per la crescita del norovirus nei tessuti dell’intestino umano con la nostra piattaforma creata per identificare questi eccitanti anticorpi”.

Il Norovirus è un virus altamente contagioso che causa vomito e diarrea. Secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, circa 20 milioni di persone si ammalano di norovirus ogni anno negli Stati Uniti, contagiati soprattutto da stretti contatti con persone infette o da cibo contaminato.

( Vedi anche:Le ostriche possono trasmettere il norovirus umano).

Mentre la maggior parte delle persone guarisce dalla malattia del norovirus in uno o tre giorni, l’infezione contribuisce a circa 200.000 morti in tutto il mondo ogni anno, soprattutto tra i bambini e gli anziani. Circa 600 di quelle morti si verificano ogni anno negli Stati Uniti.

Crowe dirige il Vanderbilt Vaccine Center e insieme ad i suoi colleghi ha sviluppato tecnologie innovative per isolare e studiare gli anticorpi antivirali e ha isolato anticorpi monoclonali umani per molti virus patogeni, tra cui Zika, HIV, dengue, influenza, Ebola, virus respiratorio sinciziale (RSV) e rotavirus.

Il suo laboratorio ha sviluppato metodi ad alta efficienza in grado di isolare rapidamente i globuli bianchi che producono anticorpi dai campioni di sangue dei sopravvissuti. Fondendo i globuli bianchi con le cellule del mieloma a crescita rapida (cancro), i ricercatori possono produrre grandi quantità di anticorpi “monoclonali” che prendono di mira specifici virus.

L’attuale studio, condotto in collaborazione con i ricercatori del Baylor College of Medicine, ha isolato anticorpi monoclonali da pazienti precedentemente infetti da norovirus. I ricercatori hanno testato la capacità neutralizzante degli anticorpi contro il virus vivo cresciuto in una coltura monostrato di cellule umane dal segmento medio dell’intestino tenue.

I ricercatori hanno sviluppato un ampio pannello di anticorpi monoclonali umani che neutralizzano il ceppo pandemico GII.4 di Sydney del virus, che attualmente è il principale ceppo di norovirus associato alla malattia umana. 

Fonte: Gastroenterology

Altri articoli su norovirus