I progressi dell’intelligenza artificiale potrebbero far luce sul processo di invecchiamento

invecchiamento

I progressi dell’intelligenza artificiale potrebbero far luce sul processo di invecchiamento.

Esistono due tipi di età: l’età cronologica, che è il numero di anni vissuti e l’età biologica che è influenzata dai nostri geni, dallo stile di vita, dal comportamento, dall’ambiente e da altri fattori. L’età biologica è la misura superiore della vera età ed è la caratteristica più biologicamente rilevante, in quanto strettamente correlata con la mortalità e lo stato di salute. La ricerca di predittori affidabili dell’età biologica è in corso da diversi decenni e fino a poco tempo fa, in gran parte senza successo.

Dal 2016 l’uso di tecniche di deep learning per trovare predittori di età cronologica e biologica sta guadagnando popolarità nella comunità di ricerca sull’invecchiamento. I progressi dell’intelligenza artificiale, combinati con la disponibilità di grandi serie di dati, hanno portato a un boom nel settore, aumentando la varietà di biomarcatori che potrebbero essere considerati candidati come potenziali predittori dell’età. Uno sviluppo promettente che considera più combinazioni di questi diversi predittori potrebbe far luce sul processo di invecchiamento e fornire ulteriori informazioni su ciò che contribuisce all’invecchiamento in buona salute.

Vedi anche, Un composto presente nella melagrana potrebbe rallentare l’ invecchiamento.

Nel documento intitolato ” “Deep Aging Clocks: The Emergence of AI-Based Biomarkers of Aging and Longevity” pubbicato in CellTrends in Pharmacological Sciences da Polina Mamoshina, scienziata senior di Insilico Medicine e Alex Zhavoronkov, il fondatore di Insilico Medicine, riassumono i risultati attuali sui principali tipi di orologi biologici e la loro vasta gamma di applicazioni nell’industria farmaceutica.

“Gli umani sono molto bravi, ma le reti neurali profonde possono fare meglio e ora possiamo interpretare quali sono i fattori più importanti nell’invecchiamento. Molto spesso quando qualcuno sembra più vecchio della sua età cronologica, è malato. Un medico esperto può indovinare lo stato di salute di un paziente semplicemente guardandolo. In Insilico abbiamo sviluppato una vasta gamma di biomarcatori di invecchiamento che possono essere utilizzati dalle compagnie farmaceutiche e assicurative, nonché dalla comunità biotecnologica. In questo articolo descriviamo i recenti progressi in questo campo emergente e delineamo una serie di applicazioni non ovvie”, spiega Alex Zhavoronkov, fondatore e CEO di Insilico Medicine.


Altri articoli su invecchiamento