Home Salute Virus e parassiti Gli scienziati prevedono che SARS-CoV-2 diventerà un virus stagionale

Gli scienziati prevedono che SARS-CoV-2 diventerà un virus stagionale

Grazie al naso che cola, alla tosse e al raffreddore che accompagnano i mesi più freddi dell’anno, conosciamo fin troppo bene i modelli stagionali di alcuni virus respiratori. 

Una nuova recensione pubblicata su Frontiers in Public Health suggerisce che COVID-19, la malattia causata dal virus SARS-CoV-2, probabilmente seguirà l’esempio e diventerà stagionale nei paesi con climi temperati, ma solo quando verrà raggiunta l’immunità di gregge. Fino a quel momento, COVID-19 continuerà a circolare attraverso le stagioni. Queste conclusioni evidenziano l’importanza assoluta delle misure di sanità pubblica necessarie solo ora per controllare il virus.

L’autore senior dello studio, il Dottor Hassan Zaraket, dell’Università americana di Beirut in Libano, avverte che “COVID-19 è qui per restare e continuerà a causare epidemie tutto l’anno fino a quando non sarà raggiunta l’immunità di gregge. Bisogna imparare a conviverci e continuare a praticare le migliori misure di prevenzione, tra cui indossare maschere, allontanamento fisico, igiene delle mani ed evitare riunioni “.

Vedi anche:Incertezze e dubbi sulla tempesta di citochine nei pazienti COVID 19

L’autore collaboratore, il Dottor Hadi Yassine, dell’Università del Qatar di Doha, afferma che potrebbero esserci più ondate di COVID-19 prima che venga raggiunta l’immunità di gregge.

Sappiamo che molti virus respiratori seguono modelli stagionali, specialmente nelle regioni temperate. Ad esempio, è noto che l’influenza e diversi tipi di coronavirus che causano il raffreddore comune raggiungono il picco in inverno nelle regioni temperate, ma circolano tutto l’anno nelle regioni tropicali. Gli autori hanno esaminato questi virus stagionali, esaminando i fattori virali e dell’ospite che controllano la loro stagionalità, nonché le ultime conoscenze sulla stabilità e la trasmissione di SARS-CoV-2.

I ricercatori spiegano che la sopravvivenza del virus nell’aria e sulle superfici, la suscettibilità delle persone alle infezioni e ai comportamenti umani, come l’affollamento indoor, differiscono nel corso delle stagioni a causa dei cambiamenti di temperatura e umidità. Questi fattori influenzano la trasmissione dei virus respiratori in diversi periodi dell’anno.

Tuttavia, rispetto ad altri virus respiratori come l’influenza, COVID-19 ha un più alto tasso di trasmissione (R0), almeno in parte a causa della circolazione in una popolazione ampiamente immunologicamente naïve.

Ciò significa che, a differenza dell’influenza e di altri virus respiratori, i fattori che regolano la stagionalità dei virus non possono ancora arrestare la diffusione del COVID-19 nei mesi estivi. Ma, una volta ottenuta l’immunità di gregge attraverso infezioni naturali e vaccinazioni, l’R0 dovrebbe diminuire in modo sostanziale, rendendo il virus più suscettibile ai fattori stagionali.

Tale stagionalità è stata segnalata per altri coronavirus, compresi quelli emersi più di recente come NL63 e HKU1, che seguono lo stesso modello di circolazione dell’influenza.

“SARS-CoV-2 rimane un nuovo virus e nonostante il corpo scientifico in rapida crescita al riguardo, ci sono ancora cose che sono sconosciute. Se le nostre previsioni sono vere o meno, resta da vederlo in futuro. Ma pensiamo che sia altamente probabile che COVID-19 finirà per diventare stagionale, come altri coronavirus “, aggiunge Zaraket.

Fonte: Frontiers in Public Health


ULTIMI ARTICOLI

La prevenzione delle metastasi è una nuova arma nella guerra al cancro

Immagine:Credito: dominio pubblico Unsplash / CC0. Il Prof. Michael Lisanti e la Prof.ssa Federica Sotgia hanno fatto una scoperta che potrebbe trasformare il cancro in...

Oltre placche e grovigli: una varazione genetica può aumentare il rischio di declino cognitivo

Immagine: Public Domain. Una variazione genetica in alcune persone può essere associata al declino cognitivo che non può essere spiegato dai depositi di due proteine...

Trovata una causa e un possibile trattamento per l’X fragile

Immagine: Credito (© stock.adobe.com) Gli scienziati della Yale University hanno scoperto un meccanismo alla base della Sindrome dell'X fragile - una delle principali cause di...

Scoperto nel cervello il sito del desiderio sessuale maschile

Immaginde: quando gli scienziati della Northwestern hanno eliminato selettivamente l'aromatasi nel cervello, l'attività sessuale nei topi maschi è diminuita del 50%, nonostante avessero livelli...

Potenziale bersaglio identificato per il trattamento dell’emicrania

Immagine: tracce grezze rappresentative dei potenziali cambiamenti di corrente continua durante CSD nel controllo e GLT-1 KO. L'immagine è accreditata al Dipartimento di Neuroscienze Molecolari,...