Home Salute Virus e parassiti Gli scienziati prevedono che SARS-CoV-2 diventerà un virus stagionale

Gli scienziati prevedono che SARS-CoV-2 diventerà un virus stagionale

Grazie al naso che cola, alla tosse e al raffreddore che accompagnano i mesi più freddi dell’anno, conosciamo fin troppo bene i modelli stagionali di alcuni virus respiratori. 

Una nuova recensione pubblicata su Frontiers in Public Health suggerisce che COVID-19, la malattia causata dal virus SARS-CoV-2, probabilmente seguirà l’esempio e diventerà stagionale nei paesi con climi temperati, ma solo quando verrà raggiunta l’immunità di gregge. Fino a quel momento, COVID-19 continuerà a circolare attraverso le stagioni. Queste conclusioni evidenziano l’importanza assoluta delle misure di sanità pubblica necessarie solo ora per controllare il virus.

L’autore senior dello studio, il Dottor Hassan Zaraket, dell’Università americana di Beirut in Libano, avverte che “COVID-19 è qui per restare e continuerà a causare epidemie tutto l’anno fino a quando non sarà raggiunta l’immunità di gregge. Bisogna imparare a conviverci e continuare a praticare le migliori misure di prevenzione, tra cui indossare maschere, allontanamento fisico, igiene delle mani ed evitare riunioni “.

- Advertisement -

Vedi anche:Incertezze e dubbi sulla tempesta di citochine nei pazienti COVID 19

L’autore collaboratore, il Dottor Hadi Yassine, dell’Università del Qatar di Doha, afferma che potrebbero esserci più ondate di COVID-19 prima che venga raggiunta l’immunità di gregge.

Sappiamo che molti virus respiratori seguono modelli stagionali, specialmente nelle regioni temperate. Ad esempio, è noto che l’influenza e diversi tipi di coronavirus che causano il raffreddore comune raggiungono il picco in inverno nelle regioni temperate, ma circolano tutto l’anno nelle regioni tropicali. Gli autori hanno esaminato questi virus stagionali, esaminando i fattori virali e dell’ospite che controllano la loro stagionalità, nonché le ultime conoscenze sulla stabilità e la trasmissione di SARS-CoV-2.

I ricercatori spiegano che la sopravvivenza del virus nell’aria e sulle superfici, la suscettibilità delle persone alle infezioni e ai comportamenti umani, come l’affollamento indoor, differiscono nel corso delle stagioni a causa dei cambiamenti di temperatura e umidità. Questi fattori influenzano la trasmissione dei virus respiratori in diversi periodi dell’anno.

- Advertisement -

Tuttavia, rispetto ad altri virus respiratori come l’influenza, COVID-19 ha un più alto tasso di trasmissione (R0), almeno in parte a causa della circolazione in una popolazione ampiamente immunologicamente naïve.

Ciò significa che, a differenza dell’influenza e di altri virus respiratori, i fattori che regolano la stagionalità dei virus non possono ancora arrestare la diffusione del COVID-19 nei mesi estivi. Ma, una volta ottenuta l’immunità di gregge attraverso infezioni naturali e vaccinazioni, l’R0 dovrebbe diminuire in modo sostanziale, rendendo il virus più suscettibile ai fattori stagionali.

Tale stagionalità è stata segnalata per altri coronavirus, compresi quelli emersi più di recente come NL63 e HKU1, che seguono lo stesso modello di circolazione dell’influenza.

“SARS-CoV-2 rimane un nuovo virus e nonostante il corpo scientifico in rapida crescita al riguardo, ci sono ancora cose che sono sconosciute. Se le nostre previsioni sono vere o meno, resta da vederlo in futuro. Ma pensiamo che sia altamente probabile che COVID-19 finirà per diventare stagionale, come altri coronavirus “, aggiunge Zaraket.

Fonte: Frontiers in Public Health

ULTIMI ARTICOLI

Glaucoma: invertita la perdita della vista legata all’età

ll glaucoma è una malattia oculare correlata generalmente a una pressione dell’occhio troppo elevata. Secondo l’OMS ne sono affette circa 55 milioni di persone...

Vaccino COVID 19 in Italia da Gennaio

Le prime dosi del vaccino COVID 19 di Pfizer-BioNTech sono in viaggio verso l’Europa tramite voli cargo dagli Stati Uniti. I voli charter della...

Vaccino COVID 19: Pfizer fa domanda per approvazione

Pfizer e BioNTech hanno chiesto l'approvazione del loro vaccino contro il coronavirus COVID 19 all'EMA. Le aziende farmaceutiche hanno già richiesto l'autorizzazione negli Stati Uniti...

Vaccino COVID 19: a che punto siamo?

Vaccino COVID 19: a che punto siamo? I ricercatori di tutto il mondo stanno cercando di sviluppare vaccini sicuri ed efficaci contro SARS-CoV-2, il...

Cancro: accorciamento dei telomeri protegge dal rischio

Cancro/telomeri.Immagine:Telomeri umani (verdi) alle estremità dei cromosomi (blu). Credito: Rockefeller University. L'accorciamento dei telomeri protegge dalla rischio di sviluppare il cancro, secondo uno studio dei ricercatori...