Home Medicina Alternativa Funghi Shiitake per prevenire il cancro cervicale

Funghi Shiitake per prevenire il cancro cervicale

Per secoli, i funghi shiitake ( Lentinula edodes ) sono stati utilizzati come una medicina, nella loro nativa Asia orientale.

La medicina tradizionale cinese, per esempio, prescrive comunemente il fungo shiitake alle persone affette da malattie delle vie respiratorie superiori, cattiva circolazione del sangue e stress. In Giappone, lo shiitake è amato per le sue proprietà anti-invecchiamento. E gli europei, che hanno rigorosamente studiato il fungo shiitake da quando è arrivato ​​sul continente, apprezza le sua notevoli capacità di abbassare il colesterolo e favorire la perdita di peso.

Tuttavia, uno studio americano pubblicato sulla rivista  Cancer Prevention Research Journal ha anche scoperto che un composto presente nel fungo shiitake può sopprimere il tasso di crescita del cancro cervicale e è una valida alternativa per i trattamenti del cancro.

- Advertisement -

Secondo gli autori dello studio, i funghi shiitake contengono alfa-glucano, un composto attivo esoso (AHCC) che è una miscela di aminoacidi, polisaccaridi e minerali. Questo composto, che sembra essere unico per lo shiitake, è ben noto per i suoi benefici anti-tumorali. I ricercatori hanno cercato di determinare se AHCC potrebbe anche debellare il papillomavirus umano (HPV), un’infezione sessualmente trasmessa molto comune che, se non trattata, può causare nelle donne, il cancro cervicale.

Per lo studio, i ricercatori hanno trattato due cellule di cancro cervicale (SiHa [HPV 16/18 positivo] e C-33A [HPV negativo]) in vitro, con una dose di 0,42 mg / mL di AHCC, incubate in seguito per 72 ore. Due ulteriori studi sono stati seguiti: in uno la stessa dose di AHCC è stata ripetuta una volta ogni 24 ore per una settimana e in un altro, i topi affetti da HPV sono stati alimentati con una dose di 50 mg / kg di AHCC al giorno, per lo stesso periodo.

I risultati hanno dimostrato che AHCC ha soppresso l’ HPV in tutte e tre le prove. Nella prima prova,  AHCC ha soppresso l’ espressione dell’ HPV durante le prime 24 ore, ma l’HPV  si è poi ripresentato nelle prossime 24 ore. Fortunatamente, la continua esposizione in vitro – come quella sperimentata negli altri due studi – ha provocato la soppressione dell’ HPV sostenuta. In particolare, il trattamento con AHCC sostenuto, ha comportato una diminuzione complessiva del 15,9 per cento dell’ attività dll’ HPV, rispetto al gruppo di controllo.

” Questi dati suggeriscono che la somministrazione giornaliera di AHCC può sradicare l’ HPV e può avere un ruolo nella prevenzione del cancro del collo dell’utero HPV-correlate”, ha concluso il dottor Judith Smith, capo ricercatore e scienziato presso l’Università del Texas. “Inoltre, c’è un potenziale per l’aggiunta di AHCC a regimi di trattamento primario per il cancro del collo dell’utero, che può migliorare i tassi di risposta e la prevenzione delle recidive.”

- Advertisement -

I risultati del Dott. Smith sono stati presentati alla  45a Riunione Annuale di Oncologia Ginecologica sul cancro femminile a Tampa, in Florida nel marzo 2014.

Fonte Science Daily

ULTIMI ARTICOLI

Cancro: accorciamento dei telomeri protegge dal rischio

Cancro/telomeri.Immagine:Telomeri umani (verdi) alle estremità dei cromosomi (blu). Credito: Rockefeller University. L'accorciamento dei telomeri protegge dalla rischio di sviluppare il cancro, secondo uno studio dei ricercatori...

COVID 19: gravissimi i danni ai polmoni in alcuni casi

COVID 19-Immagine Credito Public Domain. COVID-19 può causare danni polmonari così gravi che i pazienti richiedono un trapianto di polmone per sopravvivere, secondo quanto confermato...

Distrofie retiniche: scoperto nuovo obiettivo farmacologico

Immagine Credito: Louisiana State University. Un team di ricercatori della LSU Health New Orleans riferisce per la prima volta che l'eliminazione di uno degli inibitori...

HIV: come è diventato “il virus che possiamo curare”

Come l'HIV è diventato "il virus che possiamo curare"? Con l'aumento del numero di infezioni da COVID-19, è facile dimenticare che ci sono ancora...

Declino cognitivo legato all’età: nuovo farmaco lo inverte

Declino cognitivo-Immagine: Public Domain. Il declino cognitivo legato all'età può essere causato da una sorta di "blocco fisiologico reversibile piuttosto che da una degradazione permanente. Secondo...