Farmaco biologico in via di sviluppo efficace per l’asma grave

asma

Un farmaco “biologico” in via di sviluppo per il trattamento dell’ asma grave riduce il tasso di attacchi gravi di circa due terzi rispetto ad un farmaco placebo, secondo i risultati della ricerca preliminare.

Se approvato, il farmaco Tezepelumab, potrebbe offrire sollievo quando nient’altro diminuisce l’ansia respiratoria.

“È iniziata una nuova era in cui sono stati sviluppati molti nuovi farmaci per i pazienti con asma grave”, ha dichiarato la Dr.ssa Elisabeth Bel, Prof.ssa presso l’Università di Amsterdam.

“Simile a quello che è accaduto per l’artrite reumatoide, mi aspetto che in pochi anni saranno disponibili trattamenti efficaci per quasi tutti i pazienti con asma grave”, ha aggiunto Bel, autore di un commento che accompagna il nuovo studio.

( Vedi anche:Composti presenti nell’ acqua tonica possono prevenire l’ asma allergica).

L’asma è una malattia polmonare cronica. Bel ha dichiarato che il 15 per cento dei pazienti con asma non può controllare la malattia con i farmaci inalatori correnti.

” L’asma è una grave malattia con infiammazione persistente delle vie aeree che provoca sintomi continui di ansia e di intolleranza all’esercizio”, ha detto Bel. ” E questo mette i pazienti a rischio di gravi attacchi per i quali devono essere ospedalizzati”.

Tezepelumab è un farmaco iniettabile ed è un anticorpo monoclonale.

Il nuovo studio rappresenta la seconda delle tre fasi di ricerca richieste prima che un farmaco possa essere approvato negli Stati Uniti. I ricercatori hanno voluto verificare gli effetti di Tezepelumab sui pazienti con asma che avevano sofferto almeno di un attacco di asma che aveva richiesto l’ospedalizzazione nell’ultimo anno o due attacchi che avevano costretto i medici ad aumentare le dosi del farmaco già in uso.

Circa 584 pazienti con asma grave, partecipanti allo studio, di età compresa tra 18 e 75 anni, erano non fumatori e utilizzavano inalatori e sono stati suddivisi in maniera casuale in gruppi destinati a ricevere bassa dose del farmaco, dose media o dose alta o assegnati ad assumere un farmaco “placebo”.

I ricercatori hanno scoperto che i pazienti trattati con il farmaco hanno avuto dal 61 al 71 per cento in meno di attacchi di asma che richiedevano una visita in ospedale o aumento della dose del farmaco già in uso, rispetto ai pazienti che hanno assunto un placebo.

Il Dr. Rene van der Merwe, ricercatore MedImmune, ha affermato che “Tezepelumab ha anche dimostrato miglioramenti nella funzionalità polmonare con tutte le dosi, nel controllo delle asma nelle due dosi più elevate e nella qualità della vita in tutti i gruppi di trattamento rispetto al placebo”. 

Lo studio “non ha mostrato problemi di sicurezza del farmaco”, ha dichiarato van der Merwe.

I pazienti con asma grave soffrono notevolmente. Dice Bel: “Hanno una qualità di vita molto scarsa. Molti di loro devono assumere quotidianamente corticosteroidi orali, prednisone e soffrono di gravi effetti collaterali e  sono a rischio di gravi attacchi di asma, di ammissione all’unità di terapia intensiva e morte”, ha aggiunto.

Nel suo commento, scrive che ” Tezepelumab sembra essere il farmaco biologo più ampio e più promettente per il trattamento dell’attuale asma incontrollata persistente”.

“Il farmaco blocca una molecola che è la chiave dello sviluppo del gonfiore delle vie aeree”, ha detto Bel, “e quindi è efficace in diversi sottotipi di asma. Di conseguenza, le probabilità che il farmaco possa funzionare nei pazienti con asma grave sono superiori a quelle dei monoclonali esistenti più selettivi per un sottotipo specifico di pazienti “.

Anche se è troppo presto per  stimare il costo del farmaco e un portavoce di AstraZeneca ha anche rifiutato di discutere dei costi, sappiamo che simili farmaci biologici per l’asma costano da $ 25.000 a $ 30.000 all’anno.

Lo studio è stato pubblicato nel numero del 7 settembre del The New England Journal of Medicine.

Fonte: Medicalxpress


Altri articoli su asma