Enzima della saliva aiuta a regolare il glucosio nel sangue

0
26

Gli scienziati del Centro Rapporti Monell sostengono che i livelli di glucosio nel sangue dopo l’assunzione di amido alimentare, sono influenzati da un enzima salivare chiamato amilasi che scompone gli amidi alimentari. I risultati dello studio, sono i primi a dimostrare un ruolo metabolico significativo dell’amilasi salivare, nella digestione dell’amido. Altre implicazioni della ricerca, riguardano il calcolo del’indice glicemico degli alimenti ricchi di amido ed infine il rischio di sviluppare il  diabete. La sperimentazione dimostra che gli individui possono avere  risposte glicemiche molto diverse ai cibi amidacei, a seconda del loro livello di amilasi. Le persone con alti tassi di amilasi salivare , digeriscono rapidamente l’amido pur mantenendo equilibrati livelli di glucosio nel sangue. Amido di frumento, patate, mais, riso e altri cereali, rappresentano una componente importante della dieta , con il 60% delle calorie complessive che forniscono. Enzimi di amilasi salivare  contribuiscono a rompere gli amidi in molecole di zuccheri più semplici, prima di essere assorbiti nel flusso sanguigno. E’ in questo modo che l’amilasi salivare influenza i livelli di glucosio nel sangue. Questa scoperta ha portato i ricercatori a chiedersi come la pre-digestione  salivare contribuisce alla digestione dell’amido ed al metabolismo del glucosio in generale. Nello studio, l’attività dell’amilasi è stata misurata in campioni di saliva, ottenuti da 48 adulti sani. La ricerca ha dimostrato che le persone con elevati livelli di amilasi salivare, sono in grado di mantenere più stabili i livelli di glucosio nel sangue, nel caso di consumo di amidi. Questa potenzialità, infine, potrebbe ridurre il rischio di insulino resistenze e diabete non insulino dipendente. Lo studio è stato pubblicato on line sul Journal of Nutrition.