HomeSaluteCervello e sistema nervosoDisfunzione sinaptica nella schizofrenia

Disfunzione sinaptica nella schizofrenia

(Schizofrenia-Immagine:Risultati rsEEG, struttura del modello DCM e simulazioni rsEEG. Credito: DOI: 10.1016/j.biopsych.2021.07.024).

La schizofrenia, che può causare disturbi del pensiero e dell’umore, deliri e allucinazioni, è tra i disturbi mentali più debilitanti e più misteriosi.

I ricercatori sospettano da tempo che la sintomatologia della schizofrenia derivi fondamentalmente da una funzione sinaptica interrotta o da anomalie nel modo in cui i neuroni comunicano tra loro, forse portando a uno squilibrio tra trasmissione eccitatoria e inibitoria.

- Advertisement -

Ora, un nuovo studio ha dimostrato che la stessa schizofrenia è associata a una perdita di eccitazione, ma le allucinazioni e altri sintomi sono associati a una perdita di inibizioneLo studio appare in Biological Psychiatry, pubblicato da Elsevier.

Gli autori, guidati da Rick Adams, Ph.D., presso l’University College di Londra, hanno utilizzato l‘elettroencefalografia (EEG), una tecnica non invasiva che misura le onde cerebrali, per raccogliere dati da 107 partecipanti con una diagnosi di schizofrenia, 57 dei loro parenti e 108 controlli. Gli EEG delle persone con schizofrenia mostravano segni distintivi tra cui un aumento delle onde theta.

“La natura dei cambiamenti del circuito cerebrale nella schizofrenia non è chiara“, ha detto il Dottor Adams. “C’è troppa eccitazione o non abbastanza, o troppa inibizione o non abbastanza o qualche combinazione?”.

Vedi anche:L’integratore betaina tratta la schizofrenia nei topi

- Advertisement -

Per scoprirlo, il Dr. Adams e colleghi hanno utilizzato la modellazione computazionale dei dati EEG, che hanno mostrato che le differenze EEG osservate nelle persone con diagnosi di schizofrenia derivavano da un diminuito guadagno sinaptico. Ciò significa che i neuroni eccitatori avevano una ridotta capacità di stimolarsi a vicenda. I sintomi della schizofrenia, comprese le allucinazioni uditive, tuttavia, erano associati a una perdita dell’inibizione neurale, specialmente nelle aree uditive del cervello. Questo potrebbe significare che la perdita di eccitazione viene prima e il cervello cerca di compensare questo riducendo l’ inibizione, ma poi questo porta ad allucinazioni”, ha spiegato il Dott. Adams. “Immagina di provare ad ascoltare qualcuno che parla alla radio, ma il segnale è molto debole; se alzi il volume, il suono del discorso è più alto, ma lo è anche tutta la statica e il rumore di fondo e quindi potresti sbagliare ad interpretare alcuni segni di questo rumore per il discorso reale. Qualcosa di analogo potrebbe accadere nei circuiti cerebrali nella schizofrenia“.

John Krystal, MD, Editor di Biological Psychiatry, ha detto del lavoro: “Elaborare le caratteristiche fondamentali della disfunzione sinaptica nella schizofrenia può aiutare a guidare i trattamenti sia farmacologici che di neurostimolazione per questo disturbo”.

Fonte:Biological Psychiatry 

ULTIMI ARTICOLI

La vitamina K previene la morte cellulare

(Vitamina k-Immagine: le cellule “-” muoiono per ferroptosi “+” La vitamina K previene efficacemente la ferroptosi. Credito: Mishima et al., Nature) Una nuova scoperta suggerisce anche...

L’Alzheimer: bassi livelli di beta amiloide la causa?

Una nuova ricerca dell'Università di Cincinnati rafforza l'ipotesi che il morbo di Alzheimer sia causato da un calo dei livelli di una specifica proteina,...

SLA: verso lo sviluppo di una terapia a base di proteine

(SLA-Immagine: effetto di ApoE sulla vitalità di mBEC dopo esposizione al plasma di topo SLA in vitro. A, sono stati osservati numerosi mBEC vitali...

L’ossitocina ha proprietà curative del cuore

(Ossitocina-Immagine Credit Public Doimain). I ricercatori hanno scoperto che l'ossitocina, spesso definita "l'ormone dell'amore", un giorno potrebbe aiutare a guarire i cuori dopo un infarto. Il...

Trombosi: nuova strategia per prevenire i coaguli di sangue

(Trombosi-Immagine Credit Public Domain). Una terapia con nanoparticelle sviluppata dai ricercatori degli University Hospitals (UH) e della Case Western Reserve University prende di mira i...