HomeSaluteSessualitàDepressione: la pillola contraccetiva a base di progesterone aumenta il rischio

Depressione: la pillola contraccetiva a base di progesterone aumenta il rischio

La pillola anticoncezionale a base di solo progesterone potrebbe aumentare il rischio di depressione. E’ l’allarme lanciato da psichiatri australiani e norvegesi in un recente studio pubblicato sulla rivista Journal of Affective Disorders. I ricercatori evidenziano che il progesterone agisce in una particolare zona del cervello che produce glutammato, sostanza rilevata ad alti livelli nelle persone affette da disturbo bipolare e depressione. secondo gli autori è meglio usare pillole anticoncezionali a base di progestinici ed estrogeni: il rischio depressione si riduce di 2/3. Per gli effetti collaterali descritti, il progesterone ai fini contraccettivi va usato con cautela, suggerisce lo studio.

ULTIMI ARTICOLI

Neuroblastoma: identificato il tallone di Achille

(Neuroblastoma-Immagine:cellule di neuroblastoma ingrandite. Credito: Baylor College of Medicine). Il neuroblastoma, un cancro infantile che si sviluppa dalle cellule neurali delle ghiandole surrenali, rappresenta il...

Come l’epatite E inganna il sistema immunitario

(Epatite E-Immagine Credit Public Domain). Ogni anno oltre 3 milioni di persone vengono infettate dal virus dell'epatite E. Finora non è disponibile alcun trattamento efficace. Un team...

IBD: integratore di clorofillina e verdure verdi alleviano la malattia intestinale

(Integratore di clorofillina-Immagine Credit Public Domain) L'integratore di clorofillina allevia le malattie infiammatorie intestinali (IBD), tra cui il morbo di Crohn e la colite ulcerosa,...

SARS-CoV-2: come il trattamento antivirale promuove l’emergere di nuove varianti

I pazienti con infezioni prolungate contribuiscono all'emergere di nuove varianti di SARS-CoV-2?  Un gruppo di ricerca del Leibniz Institute of Virology (LIV) e dell'University Medical...

Alzheimer: la Rapamicina induce un aumento delle beta amiloide

(Alzheimer-Immagine Credit Public Domain). La somministrazione orale di Rapamicina a un modello murino di malattia di Alzheimer induce un aumento delle placche proteiche beta (β)-amiloide, secondo...