HomeSaluteOcchiDegenerazione maculare senile, approvato nuovo farmaco Aflibercept

Degenerazione maculare senile, approvato nuovo farmaco Aflibercept

Il comitato di esperti  (Cmp) incaricato dalla Ema  di valutare i nuovi farmaci, ha dato parere favorevole all’approvazione di aflibercept, per la cura della degenerazione maculare senile (AMD) essudativa. Ilk faramco, una volta in commercio, si chiamerà Eylea ed è sviluppato congiuntamente da Regeneron Pharmaceuticals e Bayer. Dopo le tre dosi iniziali somministrate con iniezioni intravitreali, il farmaco sarà somministrato ogni due mesi.  Aflibercept è una proteina che blocca in modo altamente specifico e potente, tutte le isoforme del fattore di crescita dell’endotelio vascolare (VEGF) e del fattore di crescita placentare(PIGF), anch’esso regolatore chiave dell’angiogenesi patologica. In due studi clinici, VIEW1 e VIEW2, un’iniezione intravitreale di aflibercept effettuata ogni due mesi, si è rivelata efficace quanto un’iniezione mensile di ranibizumab, nel contenere la perdita del visus al di sotto delle 15 lettere, in un sottotipo standard dopo un  anno di trattamento. Combinando i dati dei due studi, i pazienti che hanno ottenuto questi livelli di mantenimento della visione, sono stati il 95,3% nel gruppo trattato con il nuovo farmaco ed il 94,2% nel gruppo trattato con farmaco di controllo. La degenerazione maculare senile è una patologia  multifattoriale che colpisce la zona centrale della retina detta macula. E’ ad andamento progressivo e può portare alla perdita completa ed irreversibile della visione centrale. nei paesi industrializzati è la prima causa di ipovisione  nei soggetti di età superiore ai 50 anni. Colpisce di solito a partire dai 60 anni e la sua frequenza aumenta nella popolazione, con l’aumentare dell’età. E’ quasi sempre bilaterale. La forma umida è responsabile dell’89%  dei casi di cecità da degenerazione maculare.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI

Melanoma: nuovo obiettivo farmacologico

(Melanoma-Immagine Credit Public Domain). L'ipossia o l'inadeguata ossigenazione di un tessuto, è una condizione che si verifica frequentemente in tutti i tumori solidi come il...

Biomolecole di grasso associate a vari tipi di cancro

Le biomolecole di grasso nel sangue, chiamate "lipidi sierici", sono mali necessari. Svolgono ruoli importanti nel metabolismo lipidico e sono parte integrante del normale funzionamento...

Le protesi mammarie influenzano il sistema immunitario

Immagine: un team guidato da ricercatori del MIT ha analizzato sistematicamente come la variazione della topografia superficiale trovata sulle protesi mammarie in silicone influenzi...

Esposizione agli inquinanti accelera l’invecchiamento

Ogni giorno, i nostri corpi affrontano un bombardamento di inquinanti: raggi UV, ozono, fumo di sigaretta, prodotti chimici industriali e altri pericoli. Questa esposizione...

Bere caffè associato a minor rischio di malattia del fegato

Bere caffè (macinato o istantaneo) o decaffeinato è associato a un rischio ridotto di sviluppare malattie epatiche croniche e condizioni epatiche correlate, secondo uno...