Come l’ora legale influisce sulla salute

0
18

Gli impiegati si lamentano di tornare a casa al buio. I nottambuli apprezzano la possibilità di dormire. Mentre gli orologi scorrono verso la fine dell’ora legale, molti scienziati del sonno e biologi circadiani stanno spingendo per un divieto permanente dell’ora legale a causa dei potenziali effetti negativi sulla salute umana.

Perdere un’ora di luce pomeridiana suona come un’oscura anteprima per i bui mesi invernali, e almeno uno studio ha riscontrato un aumento delle persone in cerca di aiuto per la depressione dopo aver riportato indietro l’orologio, in Scandinavia. La ricerca mostra che l’inizio dell’ora legale può essere dannoso, collegandolo a più incidenti stradali, attacchi di cuore in persone vulnerabili e altri problemi di salute che possono persistere nel tempo.

Ecco cosa ha da dire la scienza su un rituale che colpisce quasi 2 miliardi di persone in tutto il mondo.

EFFETTI DEL SONNO

“Il cambiamento di orario influisce negativamente sul sonno, un potenziale problema quando così tante persone sono già private del sonno”, afferma il Dottor Phyllis Zee, un ricercatore della Northwestern Medicine di Chicago. Circa 1 adulto su 3 negli Stati Uniti dorme meno delle sette o più ore notturne raccomandate e più della metà degli adolescenti statunitensi non ottiene le 8 o più ore raccomandate nei giorni feriali. Uno studio statunitense ha scoperto che nella settimana successiva al passaggio all’ora legale, gli adolescenti hanno dormito circa 2 ore e mezza in meno rispetto alla settimana precedente. La ricerca suggerisce che la privazione cronica del sonno può aumentare i livelli di ormoni dello stress che aumentano la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna e di sostanze chimiche che scatenano l’infiammazione.

PROBLEMI DI CUORE

È stato anche dimostrato che il sangue tende a coagulare più rapidamente al mattino. Questi cambiamenti sono alla base della prova che gli attacchi di cuore sono più comuni in generale al mattino e possono spiegare gli studi che dimostrano che i tassi aumentano leggermente il lunedì dopo che gli orologi vengono spostati in avanti in primavera.

“L’aumento del rischio associato al cambiamento di orario riguarda principalmente le persone già vulnerabili a causa di malattie cardiache esistenti”, ha affermato Barry Franklin, Direttore della cardiologia preventiva e della riabilitazione cardiaca presso l’Ospedale Beaumont Health di Royal Oak, nel Michigan.

Gli studi suggeriscono che queste persone tornano al loro rischio di base dopo il cambio dell’orario in autunno.

Vedi anche, L’ ora legale può accelerare il rischio di eventi cardiaci.

INCIDENTI D’AUTO

Numerosi studi hanno collegato l’inizio dell’ora legale in primavera con un breve picco di incidenti automobilistici e con scarse prestazioni nei test di allerta, entrambi probabilmente dovuti alla perdita di sonno.

La ricerca include uno studio tedesco pubblicato quest’anno che ha riscontrato un aumento degli incidenti mortali nella settimana dopo l’inizio dell’ora legale, ma nessun aumento in autunno.

Altri studi su come il ritorno all’ora solare in autunno potrebbe avere un impatto sugli incidenti stradali hanno prodotto risultati contrastanti.

I NOSTRI OROLOGI INTERNI

I biologi ritengono che i cattivi effetti sulla salute dovuti all’ora legale derivino da una discrepanza tra l ‘”orologio” solare, il nostro orologio sociale – orario di lavoro e scuola – e l’orologio interno del corpo di 24 ore.

A livello molecolare, l’orologio biologico viene fissato dall’esposizione alla luce solare e all’oscurità. Regola le funzioni corporee come il metabolismo, la pressione sanguigna e gli ormoni che promuovono il sonno e la vigilanza.

Le interruzioni dell’orologio biologico sono state collegate a obesità, depressione, diabete, problemi cardiaci e altre condizioni. I biologi circadiani sostengono che queste interruzioni includono il cambiamento dell’ora solare spostando l’orologio avanti di un’ora in primavera.

“Una mancata corrispondenza di un’ora al giorno è sufficiente per effetti negativi, soprattutto se dura diversi mesi”, secondo Till Roenneberg, uno specialista del ritmo circadiano presso l’Università Ludwig-Maximilian di Monaco, in Germania.

PRESSIONE DA CAMBIARE

Negli Stati Uniti, l’ora legale va dalla seconda domenica di marzo alla prima domenica di novembre. È stata istituita per la prima volta 100 anni fa per risparmiare energia. La ricerca moderna ha riscontrato risparmi scarsi o nulli.

La legge federale consente agli Stati di rimanere in condizioni di ora solare per tutto l’anno, ma solo le Hawaii e la maggior parte dell’Arizona hanno scelto di farlo.

Roenneberg e Northwestern’s Zee sono coautori di una recente dichiarazione di posizione che sostiene il ritorno all’ora solare per sempre.

“Se vogliamo migliorare la salute umana, non dovremmo combattere contro il nostro orologio corporeo e quindi dovremmo abbandonare l’ora legale”, afferma una nota dei ricercatori.

Fonte, Medicalxpress