Home Salute Cuore e circolazione Aterosclerosi: nanoparticelle eliminano le placche che causano attacchi di cuore

Aterosclerosi: nanoparticelle eliminano le placche che causano attacchi di cuore

Immagine:Public Domain.

Aterosclerosi: gli scienziati della Michigan State University e della Stanford University hanno inventato una nanoparticella che consuma – dall’interno verso l’esterno – porzioni di placche che causano attacchi di cuore.

Bryan Smith, Professore associato di ingegneria biomedica alla MSU e un team di scienziati, hanno creato una nanoparticella “cavallo di Troia” che può essere diretta a mangiare i detriti, riducendo e stabilizzando la placca. La scoperta potrebbe essere un potenziale trattamento per l’aterosclerosi, una delle principali cause di morte negli Stati Uniti.

- Advertisement -

I risultati dello studio, pubblicati nell’ultimo numero di Nature Nanotechnology, mostrano la nanoparticella che si trova sulla placca aterosclerotica grazie alla sua elevata selettività per un particolare tipo di cellula immunitaria: monociti e macrofagi. Una volta all’interno dei macrofagi in quelle placche, rilascia un agente farmacologico che stimola la cellula a mangiare i detriti cellulari. Fondamentalmente, rimuove le cellule malate / morte nel nucleo della placca. Rinvigorendo i macrofagi, la dimensione della placca viene ridotta e stabilizzata.

Vedi anche:Molecole che rimodellano il microbioma riducono il colesterolo e l’ aterosclerosi

I futuri studi clinici sulla nanoparticella dovrebbero portare a ridurre il rischio della maggior parte dei tipi di attacchi di cuore, con effetti collaterali minimi grazie alla selettività senza precedenti del nanofarmaco.

Gli studi di Smith si concentrano sull’intercettazione della segnalazione dei recettori nei macrofagi e sull’invio di un messaggio tramite piccole molecole utilizzando piattaforme nanoimmunoterapiche. Studi precedenti hanno agito sulla superficie delle cellule, ma questo nuovo approccio funziona a livello intracellulare ed è stato efficace nello stimolare i macrofagi.

- Advertisement -

“Abbiamo scoperto che potevamo stimolare i macrofagi a mangiare selettivamente le cellule morte e morenti – queste cellule infiammatorie sono cellule precursori dell’aterosclerosi – che sono parte della causa degli attacchi di cuore”, ha spiegato Smith. “Potremmo fornire una piccola molecola all’interno dei macrofagi per dire loro di iniziare a mangiare di nuovo”.

Questo approccio ha anche applicazioni oltre l’aterosclerosi.

“Siamo stati in grado di coniugare una scoperta rivoluzionaria nell’aterosclerosi con la selettività e le capacità di consegna all’avanguardia della nostra piattaforma nanomateriale avanzata. Abbiamo dimostrato che i nanomateriali sono in grado di cercare selettivamente e trasmettere un messaggio alle cellule necessarie”, ha detto Smith. “Il nostro lavoro futuro includerà la traduzione clinica di questi nanomateriali utilizzando modelli animali di grandi dimensioni e test su tessuti umani. Crediamo che sia migliore dei metodi precedenti”.

Smith ha depositato un brevetto provvisorio e inizierà a commercializzarlo entro la fine dell’anno.

Scritto da Patricia Mroczek

Fonte: Michigan State University

ULTIMI ARTICOLI

Microbo intestinale può promuovere il cancro al seno

(Cancro al seno-Immagine: coltura tridimensionale di cellule di cancro al seno umano, con DNA colorato in blu e una proteina nella membrana della superficie...

Virus letali:prodotti naturali che bloccano la diffusione

(Virus letali-Immagine Credit Public Domain). I ricercatori della Scripps Institution of Oceanography e della Skaggs School of Pharmacy and Pharmaceutical Sciences dell'Università della California di...

COVID 19: identificata nuova causa di coaguli di sangue

(COVID 19-Immagine Credit Public Domain). I coaguli di sangue continuano a devastare i pazienti con grave infezione da COVID-19 e un nuovo studio spiega cosa...

Lo zenzero contrasta alcume malattie autoimmuni

(Zenzero-Immagine Credit Public Domain). Lo zenzero è noto per avere effetti anti-infiammatori e antiossidanti che lo rendono un popolare rimedio naturale per il trattamento delle...

COVID 19: un vaccino italianio da biotech ReiThera

"L'Italia ha investito nella società locale di biotecnologie ReiThera per sostenere lo sviluppo del suo vaccino COVID-19", ha detto un alto funzionario martedì dopo...