HomeSaluteVirus e parassitiAntivirale Pfizer: autorizzazione FDA prima di gennaio

Antivirale Pfizer: autorizzazione FDA prima di gennaio

(Antivirale Pfizer-Immagine Credit Public Domain).

Pfizer ha affermato che il suo farmaco antivirale orale può ridurre il rischio di ospedalizzazione o morte dell’89%.

Il CEO di Pfizer Albert Bourla ha affermato di aspettarsi che la Food and Drug Administration prenda una decisione questo mese sulla pillola antivirale COVID della sua azienda. La FDA ha un “senso di urgenza molto alto”, ha detto Bourla alla CNBC.

- Advertisement -

Martedì Pfizer ha affermato che i risultati degli studi mostrano che la sua pillola può ridurre il rischio di ricovero o morte dell’89% se assunta entro tre giorni di sintomi e dell’88% entro cinque giorni.

“Abbiamo molti più strumenti per combattere questo virus di quanto non ne avessimo mai avuto solo un anno fa”, ha detto Rochelle Walensky, Direttore dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, durante un briefing della Casa Bianca mercoledì.

Vedi anche:Pillola antiCovid: Pfizer avvia la sperimentazione clinica

Chiamata Paxlovid, la pillola di Pfizer sarà assunta per via orale per combattere i sintomi gravi. Una pillola facile da assumere potrebbe diventare uno strumento importante che i medici potrebbero utilizzare per combattere COVID, insieme ai tre vaccini COVID autorizzati per l’uso negli Stati Uniti. Merck ha anche un farmaco antivirale recentemente approvato dalla FDA.

- Advertisement -

Sebbene i vaccini COVID-19 disponibili siano altamente efficaci anche contro la variante omicron, milioni di americani non sono stati vaccinati. Secondo un rapporto di settembre dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, le persone non vaccinate hanno una probabilità 17 volte maggiore di essere ricoverate in Ospedale e morire a causa della malattia rispetto alle persone completamente vaccinate.

Quando sarà disponibile la pillola COVID di Pfizer?

Pfizer a novembre ha chiesto alla FDA l’autorizzazione all’uso di emergenza per il suo farmaco antivirale. Bourla di Pfizer ha detto che si aspetta che la FDA prenda una decisione questo mese. Se approvato, il farmaco è pronto per l’uso. “Abbiamo già spedito il prodotto negli Stati Uniti”, ha detto Bourla, “quindi il prodotto sarà disponibile questo mese se approvato”.

Che cos’è il farmaco antivirale COVID-19 di Pfizer?

Negli Stati Uniti, i tre vaccini COVID approvati da ModernaPfizer e Johnson & Johnson possono proteggerti dalle infezioni. Ma per quelli già infetti, i farmaci antivirali potrebbero ridurre la possibilità di malattie gravi e ridurre il rischio di ospedalizzazione e morte.

Se approvato, il farmaco di Pfizer non sostituirà la necessità di vaccini. I funzionari sanitari vedono i vaccini e i farmaci antivirali lavorare in tandem per domare la pandemia: i vaccini possono prevenire l’infezione e ridurre la gravità della malattia in caso di infezione. I farmaci antivirali possono ridurre gli effetti della malattia, anche per i non vaccinati.

“Negli studi clinici, Paxlovid assunto in combinazione con Ritonavir, un farmaco usato per trattare l’HIV – ha ridotto il rischio di ospedalizzazione o morte dell’89% se assunto tre giorni di sintomi per coloro che sono a maggior rischio di infezione grave”, dice Pfizer. 

Durante gli studi clinici, gli effetti collaterali riportati tra coloro che assumevano il farmaco antivirale e quelli che assumevano il placebo erano circa gli stessi.

Un corso di trattamento con il farmaco antivirale Pfizer dura cinque giorni e i pazienti assumeranno tre pillole per via orale ogni 12 ore.

Come si confronta con Molnupiravir, la pillola COVID di Merck?

Merck ha richiesto un’autorizzazione all’uso di emergenza della sua pillola antivirale che ha sviluppato a metà ottobre e ha ricevuto l’autorizzazione a novembre. Merck ha collaborato con Ridgeback per il farmaco Molnupiravir.

Merck ha affermato che la sua pillola, anch’essa destinata ad essere assunta per via orale a casa, può ridurre il rischio di ospedalizzazione e morte del 30% se assunta entro cinque giorni dall’insorgenza dei sintomi per le persone che sono risultate positive e sono a maggior rischio di malattia grave. 

Fonte:CNT

ULTIMI ARTICOLI

Paradosso biologico offre nuove intuizioni sul mistero del cancro

(Cancro-Immagine: Carlo Maley è ricercatore presso il Biodesign Center for Biocomputing, Security and Society presso l'Arizona State University.Credito: The Biodesign Institute presso l'Arizona State...

Malattie da prioni: come muoiono le cellule cerebrali

(Malattie da prioni-Immagine:neuroni cresciuti in coltura che esprimono una proteina prionica mutante (ciano) che causa malattie da prioni nell'uomo. Questi neuroni mostrano assoni rigonfi che...

Vaccinazione: cosa guida la scelta?

(Vaccinazione-Immagine: modello che collega le variabili di fondo non specifiche del COVID e quelle specifiche del COVID con i cambiamenti nell'intenzione di vaccinazione. Attestazione: PNAS). Nell'esaminare il...

Dolore cronico legato a differenze nella struttura cerebrale

Sapevi che la principale causa di disabilità nel mondo è il dolore cronico? Milioni e milioni di persone vivono la loro quotidianità segnata dal dolore. Non solo causa...

Malattia di von Hippel-Lindau: Belzutifan offre nuova speranza

(Malattia di von Hippel-Lindau-Immagine Credit Public Domain). I pazienti con malattia di von Hippel-Lindau, una condizione genetica causata da una mutazione nel gene VHL che...