HomeSaluteCapelliAlopecia androgenetica: scoperta potente molecola per la cura

Alopecia androgenetica: scoperta potente molecola per la cura

(Alopecia androgenetica-immagine Credit Public Domain).
SCUBE3 è una potenziale opzione terapeutica per il trattamento dell’alopecia androgenetica.

Una molecola di segnalazione nota come SCUBE3, scoperta dai ricercatori dell’Università della California, a Irvine, ha il potenziale per curare l’alopecia androgenetica, un tipo prevalente di caduta dei capelli sia nelle donne che negli uomini.

La ricerca, che è stata recentemente pubblicata sulla rivista Developmental Cell, ha scoperto il meccanismo preciso con cui le cellule della papilla dermica, fibroblasti specializzati che producono segnali che si trovano nella parte inferiore di ciascun follicolo pilifero, incoraggiano un nuovo sviluppo. Sebbene il ruolo critico svolto dalle cellule della papilla dermica nella regolazione della crescita dei capelli sia ampiamente stabilito, la base genetica delle sostanze chimiche attivanti coinvolte è poco compresa.

“In momenti diversi durante il ciclo di vita del follicolo pilifero, le stesse cellule della papilla dermica possono inviare segnali che mantengono i follicoli dormienti o innescano una nuova crescita dei capelli”, ha affermato Maksim Plikus, Ph.D., Professore di biologia cellulare e dello sviluppo dell’UCI e autore corrispondente dello studio. “Abbiamo rivelato che la molecola di segnalazione SCUBE3, prodotta naturalmente dalle cellule della papilla dermica, è il messaggero utilizzato per “dire” alle cellule staminali dei capelli vicine di iniziare a dividersi, il che annuncia l’inizio di una nuova crescita dei capelli”.

- Advertisement -

Affinché i topi e gli esseri umani possano sviluppare efficacemente i capelli, le cellule della papilla dermica devono produrre sostanze chimiche attivanti. Le cellule della papilla dermica non funzionano correttamente nelle persone con alopecia androgenetica, riducendo drasticamente le sostanze chimiche attivanti tipicamente abbondanti. Per questo studio è stato creato un modello murino con peli in eccesso e cellule della papilla dermica iperattivate. Questo modello aiuterà i ricercatori a saperne di più sulla regolazione della crescita dei capelli.”Lo studio di questo modello murino ci ha permesso di identificare SCUBE3 come la molecola di segnalazione precedentemente sconosciuta che può guidare la crescita eccessiva dei capelli”, ha affermato il co-primo autore Yingzi Liu, ricercatore post-dottorato dell’UCI in biologia cellulare e dello sviluppo.

Vedi anche:Alopecia: il sistema immunitario ha un ruolo nella ricrescita dei capelli

Ulteriori test hanno convalidato che SCUBE3 attiva la crescita dei capelli nei follicoli umani. I ricercatori hanno microiniettato SCUBE3 nella pelle del topo in cui erano stati trapiantati follicoli del cuoio capelluto umano, inducendo una nuova crescita sia nei follicoli umani dormienti che in quelli circostanti.

SCUBE3

- Advertisement -

Diversi grandi follicoli piliferi umani e numerosi follicoli piliferi di topo sono mostrati in crescita in risposta al trattamento con la proteina SCUBE3. Credito: Nitish Shettigar, laboratorio Plikus

“Questi esperimenti forniscono prova di principio che SCUBE3 o le molecole derivate possono essere una promettente terapia per la caduta dei capelli“, ha affermato il co-primo autore Christian Guerrero-Juarez, un ricercatore post-dottorato dell’UCI.

Attualmente, ci sono due farmaci sul mercato – Finasteride e Minoxidil che sono approvati dalla Food and Drug Administration per l’alopecia androgenetica. Finasteride è approvato solo per l’uso negli uomini. Entrambi i farmaci non sono universalmente efficaci e devono essere assunti quotidianamente per mantenere il loro effetto clinico.

“C’è un forte bisogno di farmaci nuovi ed efficaci contro la caduta dei capelli e i composti naturali che sono normalmente utilizzati dalle cellule della papilla dermica rappresentano candidati ideali per il trattamento di prossima generazione”, ha affermato Plikus. “Il nostro test nel modello di trapianto di capelli umani convalida il potenziale preclinico di SCUBE3”.

Fonte: Developmental Cell

ULTIMI ARTICOLI

La vitamina K previene la morte cellulare

(Vitamina k-Immagine: le cellule “-” muoiono per ferroptosi “+” La vitamina K previene efficacemente la ferroptosi. Credito: Mishima et al., Nature) Una nuova scoperta suggerisce anche...

L’Alzheimer: bassi livelli di beta amiloide la causa?

Una nuova ricerca dell'Università di Cincinnati rafforza l'ipotesi che il morbo di Alzheimer sia causato da un calo dei livelli di una specifica proteina,...

SLA: verso lo sviluppo di una terapia a base di proteine

(SLA-Immagine: effetto di ApoE sulla vitalità di mBEC dopo esposizione al plasma di topo SLA in vitro. A, sono stati osservati numerosi mBEC vitali...

L’ossitocina ha proprietà curative del cuore

(Ossitocina-Immagine Credit Public Doimain). I ricercatori hanno scoperto che l'ossitocina, spesso definita "l'ormone dell'amore", un giorno potrebbe aiutare a guarire i cuori dopo un infarto. Il...

Trombosi: nuova strategia per prevenire i coaguli di sangue

(Trombosi-Immagine Credit Public Domain). Una terapia con nanoparticelle sviluppata dai ricercatori degli University Hospitals (UH) e della Case Western Reserve University prende di mira i...