Fibrosi cistica: risultati positivi da una nuova terapia genica

Fibrosi cistica

Per la prima volta la terapia genica ha dimostrato di offrire benefici ai pazienti affetti da fibrosi cistica.

Lo studio di fase II, condotto dai ricercatori dell’Imperial College di Londra e pubblicato su The Lancet Respiratory Medicine, ha utilizzato una terapia genica per inalazione, con Dna codificante per il gene Cftr, così da sostituire il gene difettoso e fornire una copia del gene normale alle cellule.

La fibrosi cistica è una malattia ereditaria causata da mutazioni del gene  Cftr … Continua a leggere


Il freddo può provocare ictus nei pazienti con fibrillazione atriale

fibrillazione atriale,freddo,ictus

Il freddo è associato ad un aumentato rischio di ictus ischemico nei pazienti con fibrillazione atriale, secondo la ricerca presentata al Congresso ESC, oggi dal dottor Tze-Fan Chao, cardiologo al Taipei Veterans General Hospital e docente alla Yang-Nazionale Ming University di Taiwan.

Lo studio, che ha coinvolto quasi 290 000 pazienti, suggerisce che il clima freddo è un problema sottovalutato per la salute e che merita più attenzione.

“La fibrillazione atriale (FA) è l’aritmia cardiaca prolungata più comune … Continua a leggere


Artrite reumatoide: identificato il gene che regola la gravità del danno tissutale

artrite reumatoide

Gli scienziati hanno identificato una nuova proteina (C5orf30) che regola la gravità del danno tissutale causato da artrite reumatoide (AR), una malattia autoimmune che causa l’infiammazione, dolore, rigidità e danni alle articolazioni dei piedi, anche, ginocchia e mani.

Grazie alla scoperta pubblicata sulla rivista scientifica PNAS, pazienti con artrite reumatoide con maggiori probabilità di subire gli effetti più gravi della condizione, possono essere identificati precocemente.

Anche se non esiste una cura per l’artrite reumatoide, nuovi farmaci efficaci sono sempre più … Continua a leggere


In arrivo occhiali e microchip per vincere la cecita’

cecità
Uno schema del funzionamento del dispositivo

Speranze per i non vedenti che potranno, in un futuro non lontano, riacquisire la vista dei contorni, “e anche oltre”, degli oggetti e delle persone. Merito di un sistema che darà loro piena libertà di movimento, consentendo ad esempio di farsi il bagno, imparare a nuotare, in autonomia. Uno speciale tipo di occhiali sviluppato dall’università americana di Stanford in collaborazione con Google e un microchip impiantato nella retina funzionante autonomamente, senza cioè il bisogno

Continua a leggere

L’uso di antibiotici può aumentare il rischio di diabete di tipo 2

antibiotici,diabete tipo2
Maggiore è l’ assunzione di antibiotici di un individuo, più alto è il rischio di diabete di tipo 2, secondo un nuovo studio condotto da ricercatori della Danimarca.

Il co-autore dello studio, Dr Kristian Hallundbæk Mikkelsen, del Gentofte Hospital in Danimarca e colleghi, hanno pubblicato le loro conclusioni nel Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism.

Il diabete di tipo 2 è la forma più comune della malattia, pari a circa il 90-95% di tutti i casi.

Il Dr. Mikkelsen … Continua a leggere


Alzheimer: accumulo anomalo di grasso nel cervello potrebbe innescare la malattia

alzheimer

Le persone con malattia di Alzheimer hanno depositi di grasso nel cervello. Per la prima volta da quando la malattia è stata descritta 109 anni fa, i ricercatori dell’ Università di Montreal, Centre Research Hospital (CRCHUM) hanno scoperto accumuli di goccioline di grasso nel cervello di pazienti deceduti a causa della malattia e hanno identificato la natura del grasso .

Questa innovazione, pubblicata oggi sulla rivista Cell Stem Cell, apre una nuova strada nella ricerca di un farmaco … Continua a leggere


Come l’infiammazione favorisce la diffusione del cancro del colon

cancro del colon

Un nuovo studio di ricerca dell’ Arizona State University, guidato da Biodesign Institute, direttore esecutivo Raymond DuBois, MD, Ph.D., ha identificato per la prima volta i dettagli di come l’ infiammazione innesca la diffusione delle cellule del cancro del colon o metastasi.

I risultati permetteranno ai ricercatori di identificare nuovi bersagli farmacologici per la prevenzione e il trattamento del cancro del colon. DuBois, leader della ricerca sul cancro del colon da più di due decenni, ha esplorato i fattori di … Continua a leggere


Cancro ovarico: farmaco generico per il cuore aumenta la sopravvivenza

cancro ovarico

In uno studio, primo nel suo genere, i ricercatori hanno dimostrato un beneficio in termini di sopravvivenza globale tra le pazienti con cancro ovarico epiteliale (EOC) trattate con farmaci generici per il cuore, noti come beta-bloccanti.

Secondo i ricercatori dell’ Università del Texas MD Anderson Cancer Center, questi farmaci bloccano gli effetti di percorsi di stress coinvolti nella crescita e nella diffusione del tumore.

Pubblicato oggi sulla rivista Cancer, i risultati sono il frutto di una analisi retrospettiva multi-istituzionale delle Continua a leggere


Nuovo studio trova associazione tra bassi livelli di vitamina D e sclerosi multipla

sclerosi multipla

Immagine: demielinizzazione da MS. Il tessuto CD68 colorato mostra diversi macrofagi nella zona della lesione. Scala originale 1: 100. Credit: Marvin 101 / Wikipedia

Nuove scoperte genetiche supportano l’ evidenza che bassi livelli di vitamina D sono associati ad un aumentato rischio di sclerosi multipla. Lo studio, condotto da Brent Richards presso la McGill University in Canada, è stato pubblicato  questa settimana in PLoS Medicine.

La sclerosi multipla è una malattia autoimmune debilitante che si sviluppa di solito, tra

Continua a leggere

Alzheimer: nuova speranza di cura dall’insulina consegnata per via nasale

alzheimer

Alzheimer: una nuova speranza di trattamento arriva dall’insulina consegnata per via nasale, secondo uno studio condotto da ricercatori della University of Washington School of Medicine, della Veteran Administration Puget Sound e della Saint Louis University.

L’insulina attraverso il naso arriva alle zone del cervello colpite da Alzheimer e demenza senile e migliora la memoria offrendo risultati positivi a lungo termine, senza finire nel sangue.
”I ricercatori di questo studio, pubblicato sul ‘Journal of Alzheimer’ – spiega il geriatra … Continua a leggere


Nuovo farmaco protegge contro gli effetti letali delle radiazioni nucleari

radiazioni nucleari

Un team di ricerca interdisciplinare guidato dalla The University of Texas Medical Branch a Galveston segnala un nuovo passo avanti nel contrastare gli effetti mortali dell’esposizione alle radiazioni nucleari. Una singola iniezione di un peptide ha dimostrato di aumentare significativamente la sopravvivenza nei topi quando somministrato 24 ore dopo l’esposizione alle radiazioni nucleari.

Lo studio  appare in Laboratory Investigation, un giornale del gruppo Nature Publishing.

L’autore, Carla Kantara, borsista post-dottorato in biochimica e biologia molecolare, ha dichiarato che … Continua a leggere


Identificato nuovo gene associato alla SLA

sla

Uno studio internazionale, pubblicato sulla prestigiosa rivista Science, ha identificato un nuovo gene associato alla sclerosi laterale amiotrofica (SLA).

Alla ricerca, che rappresenta uno sforzo sinergico della scienza mondiale, hanno preso parte anche due neurologi e ricercatori italiani: il Prof. Vincenzo Silani ed il Dott. Nicola Ticozzi dell’Irccs Istituto Auxologico Italiano – Centro “Dino Ferrari”, Università degli Studi di Milano, che hanno coordinato il Consorzio Slagen, costituito da sei centri di ricerca italiani esperti nella ricerca sulla Sla.

Nello studio, … Continua a leggere