Cancro: acidi grassi omega3 migliorano il trattamento e la qualità della vita

acidi grassi omega3,cancro

L’aggiunta di acidi grassi omega-3 a farmaci anti-tumorali, può migliorare la risposta al trattamento e la qualità della vita dei malati di cancro, secondo un nuovo studio condotto da ricercatori degli Ospedali Universitari di Leicester nel Regno Unito.

Lo studio, pubblicato oggi nella versione online del Journal of Parenteral and Enteral Nutrition (JPEN), ha esaminato 50 pazienti con carcinoma pancreatico avanzato.

I pazienti hanno ricevuto 1.000 mg di gemcitabina settimanale in combinazione con emulsione lipidica ricca di acidi grassi … Continua a leggere


Alzheimer Association International Conference 2015: i punti salienti

alzheimer
Questa settimana, ha avuto luogo il forum sulla demenza più grande del mondo – l’annuale 2 015 Alzheimer’s Association International Conference a Washington. La conferenza offre l’opportunità ai ricercatori di tutto il mondo, di riunirsi e condividere i risultati degli studi, con l’obiettivo di fare un passo verso strategie di prevenzione e di trattamento per il morbo di Alzheimer e altre demenze. La conferenza di quest’anno ha riportato alcuni dei risultati più promettenti, fino ad oggi ottenuti.

In tutto … Continua a leggere


Cancro al seno: inibitori dell’aromatasi ‘più efficaci di tamoxifene

cancro al seno ER positivo
Un nuovo studio sostiene che una classe di farmaci ormonali, chiamati inibitori dell’aromatasi, possono ridurre significativamente il rischio di morte tra le donne in postmenopausa con cancro al seno ER positivo, la forma più comune della malattia.
Gli inibitori dell’aromatasi – che riducono i livelli di estrogeni – sono risultati più efficaci di tamoxifene nel ridurre i decessi tra le donne con tumore al seno ER-positivo.

L’autore principale dello studio, Prof. Mitch Dowsett, dell’ Istituto per la Ricerca … Continua a leggere


La cataratta potrà essere trattata con un collirio al posto dell’intervento chirurgico

cataratta
La cataratta, una delle principali cause di cecità negli esseri umani, un giorno potrebbe essere curata con un collirio al posto di un intervento chirurgico.
E’ utile sapere che:
  • La cataratta rappresenta il 51% della cecità mondo
  • La maggior parte delle cataratte si sviluppano nel corso della vita
  • I fattori di rischio includono troppo sole,il diabete, il tabacco e l’alcol.
L’intervento chirurgico per curare la cataratta non è disponibile per tutti. Il trattamento con il collirio potrebbe essere un Continua a leggere

Gli scienziati scoprono come il DNA danneggiato viene riparato

cancro,DNA

Immagine:  foto DANIEL CHUNG E KARIM MEKHAIL

I ricercatori dell’Università di Toronto hanno scoperto come il DNA gravemente danneggiato viene trasportato all’interno di una cellula e come viene riparato.

La ricerca è stata recentemente pubblicata in Nature Communications .

Si tratta di una scoperta che potrebbe sbloccare i segreti sul modo in cui funziona il cancro – una malattia che due su cinque canadesi  svilupperà nel corso della vita.

“Gli scienziati sapevano già che il DNA gravemente danneggiato viene portato … Continua a leggere


Novità mondiale: un uomo con degenerazione maculare riceve l’impianto di occhio bionico

degenerazione maculare secca
Un uomo di 80 anni,nel Regno Unito, è la prima persona al mondo con degenerazione maculare secca età-correlata, a ricevere l’ impianto di un occhio bionico che gli ha permesso di recuperare la funzione visiva.
Ray Flynn, di Manchester nel Regno Unito, si è sottoposto all’ impianto del dispositivo il mese scorso, in una procedura durata 4 ore e diretta dal Prof. Paulo Stanga al Manchester Royal Eye Hospital.

L’occhio bionico impiantato, Argus II Retinal Prosthesis System (Argus II), … Continua a leggere


Il metabolismo del colesterolo nelle cellule immunitarie collegato alla progressione dell’HIV

colesterolo,HIV

Il metabolismo del colesterolo in alcune cellule del sistema immunitario può aiutare alcune persone affette da HIV a controllare naturalmente la progressione della malattia, secondo la nuova ricerca condotta presso l’Università di Pittsburgh Graduate School of Public Health.

I risultati dello studio, finanziato dal National Institute of Allergy and Infectious Diseases, part of the National Institutes of Health (NIH) e presentato all’8^ International AIDS Society Conference on HIV Pathogenesis, Treatment & Prevention in Vancouver, forniscono una base per lo sviluppo … Continua a leggere


Un farmaco per l’artrite tratta con successo l’eczema

Un nuovo studio ha dimostrato che un farmaco utilizzato per il trattamento dell’artrite ha portato un notevole miglioramento dei sintomi in pazienti affetti da eczema. La ricerca potrebbe trasformare la cura standard per questa condizione della pelle, per la quale non esiste una terapia mirata.
Il farmaco contro l’artrite ha ridotto l’ arrossamento della pelle e l’ispessimento nei pazienti affetti da eczema da moderata a grave.

L’eczema (dermatite atopica) è una condizione cronica della pelle che può influenzare negativamente … Continua a leggere


In arrivo un test della saliva per predire il rischio di Alzheimer

alzheimer

Un semplice test della saliva potrà predire il rischio di sviluppare l’alzheimer, secondo un nuovo studio.

L’autore principale Shraddha Sapkota, PhD,neuroscienziato dell’ Università di Alberta in Canada e colleghi, hanno recentemente presentato i loro risultati all’ Alzheimer’s Association International Conference (AAIC) del 2015.

Attualmente, non esiste un singolo test per determinare se un individuo ha l’ Alzheimer o è a rischio di sviluppare la condizione. La diagnosi di Alzheimer richiede una valutazione medica completa, compresi esami fisici e neurologici e … Continua a leggere


Morbo di Parkinson: due farmaci antimalarici si rivelano efficace trattamento

Morbo di Parkinson
Al momento non ci sono trattamenti standard che rallentano o fermano il morbo di Parkinson. Le terapie disponibili affrontano singoli sintomi di ciascun paziente. Ora, uno studio ha identificato con successo, due farmaci antimalarici esistenti che mostrano la promessa per il trattamento della condizione.
Lo studio dimostra la possibilità di utilizzare farmaci antimalarici esistenti per proteggere il cervello contro la progressione del morbo di Parkinson.

Il team internazionale comprende membri della Nanyang Technological University (NTU) di Singapore e McLean Hospital … Continua a leggere


Scoperto il legame tra squilibrio metabolico e linfoma

linfoma a cellule B

I ricercatori della Scuola di Medicina dell’ Università del Texas, Health Science Center a San Antonio, hanno trovato la prova che collega direttamente lo squilibrio metabolico (produzione di energia nelle cellule) ad un tipo comune e spesso fatale di linfoma.

La scoperta è stata pubblicata il 6 luglio, in Nature Communications.

“Il legame tra il metabolismo e il cancro, esiste da molto tempo, ma ciò che è più scarsa è la prova di un collegamento diretto – mutazioni genetiche degli … Continua a leggere


Telomeri difettosi collegati a diverse malattie tra cui molti tipi di cancro

telomeri

 Immagine: A) Shelterin recluta proteine ​​accessorie ai telomeri che facilitano il complesso processo di copia dei telomeri e manutenzione, associati con la moltiplicazione delle cellule. B) Immagini rappresentative dei cromosomi in metafase delle cellule con telomeri funzionali (in alto) e telomeri disfunzionali che si traducono in fusioni cromosomiche (in basso)Credit: CNIO

Lo studio dei telomeri, le strutture che proteggono le estremità dei cromosomi, è diventato una questione chiave per la biologia. Negli ultimi anni i ricercatori … Continua a leggere