Home Salute Virus e parassiti Vaccino COVID 19 e reazioni allergiche

Vaccino COVID 19 e reazioni allergiche

(Vaccino COVID 19-Credito di immagine Public Domain).

Vaccino COVID 19 e reazioni allergiche:gli allergologi rassicurano! Le agenzie statunitensi non raccomandano alle persone con allergie alimentari o ai medicinali di evitare la vaccinazione.

Rapporti di possibili reazioni allergiche ai vaccini COVID-19 prodotti da Pfizer-BioNTech e Moderna, entrambi recentemente approvati per uso di emergenza dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense, hanno destato preoccupazione nell’opinione pubblica.

- Advertisement -

Un team di esperti guidato da allergologi del Massachusetts General Hospital (MGH) ha ora esaminato tutte le informazioni rilevanti per offrire rassicurazione che i vaccini possono essere somministrati in sicurezza anche a persone con allergie alimentari o ai medicinali. La revisione del gruppo è stata pubblicata nel Journal of Allergy and Clinical Immunology: In Practice.

In risposta ai resoconti di potenziali reazioni allergiche in alcune persone a seguito della vaccinazione COVID-19 nel Regno Unito, l’agenzia di regolamentazione medica di quel paese ha consigliato che le persone con una storia di anafilassi a un medicinale o cibo dovrebbero evitare la vaccinazione COVID-19. Dopo un esame più attento dei dati relativi alle reazioni allergiche, tuttavia, la FDA ha raccomandato che i vaccini siano sospesi solo ad individui con una storia di gravi reazioni allergiche a qualsiasi componente del vaccino COVID-19 e il Centers for Disease Control and Prevention ha consigliato che tutti i pazienti siano osservati per 15 minuti dopo la vaccinazione dal personale in grado di identificare e gestire tali reazioni. Tuttavia le agenzie statunitensi non raccomandano alle persone con allergie alimentari o ai medicinali di evitare la vaccinazione.

Per fornire approfondimenti dal punto di vista degli allergologi, Aleena Banerji, MD, Direttore clinico dell’Unità di allergologia e immunologia clinica presso MGH e Professore associato presso la Harvard Medical School e i suoi colleghi hanno riassunto ciò che è attualmente noto sulle reazioni allergiche ai vaccini come quelle sviluppate contro COVID -19, e hanno proposto consigli dettagliati in modo che le persone con diverse storie di allergie possano ricevere in sicurezza il loro primo vaccino COVID-19. I ricercatori descrivono anche i passaggi per ricevere in sicurezza la seconda dose in individui che sviluppano una reazione alla loro prima dose di vaccino COVID-19.

“Come allergologi, vogliamo incoraggiare la vaccinazione rassicurando il pubblico che entrambi i vaccini COVID-19 approvati dalla FDA sono sicuri. Le nostre linee guida si basano sulle raccomandazioni delle agenzie di regolamentazione degli Stati Uniti e forniscono passaggi chiari alla comunità medica su come somministrare entrambi le dosi di vaccini in sicurezza, in individui con storie di allergie”, dice Banerji.

- Advertisement -

Gli esperti osservano che le reazioni allergiche ai vaccini sono rare, con un tasso di circa 1,3 per 1 milione di persone. Hanno anche stabilito che le reazioni allergiche al vaccino Pfizer-BioNTech e Moderna COVID-19 avranno un tasso di insorgenza altrettanto basso. Sottolineano che le cliniche dove si faranno i vaccini, monitoreranno tutti i pazienti per 15-30 minuti e potranno gestire eventuali reazioni allergiche che si verificano. Banerji e i suoi coautori raccomandano che le persone con una storia di anafilassi a un farmaco o vaccino iniettabili contenenti polietilenglicole o polisorbato devono parlare con i loro allergologi prima di essere vaccinati. Sottolineano che i pazienti con gravi allergie a cibi, farmaci orali, lattice o veleno possono ricevere in sicurezza i vaccini COVID-19.

“Le reazioni allergiche ai vaccini sono generalmente rare e le persone con allergie comuni non hanno maggiori probabilità di avere una reazione al vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19”, secondo le linee guida rilasciate dall’American College of Allergy, Asthma & Immunology (ACAAI).

L’ACAAI COVID-19 Vaccine Task Force ha pubblicato la guida relativa al rischio di una reazione allergica con il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19 a cui è stata concessa l’autorizzazione per l’uso di emergenza dalla Food and Drug Administration statunitense l’11 dicembre.

Vedi anche:COVID 19: individuato nuovo obiettivo per futuri vaccini

I membri della task force affermano che le persone con allergie comuni a farmaci, alimenti, inalanti, insetti e lattice non hanno più probabilità del pubblico in generale di avere una reazione allergica al vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19. Tuttavia, la task force non consiglia il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19 a soggetti con una storia nota di grave reazione allergica al polietilenglicole, un componente di questo vaccino noto per causare anafilassi. Indipendentemente dall’anamnesi del paziente, tutta la somministrazione del vaccino deve avvenire in un ambiente sanitario in cui può essere trattata l’anafilassi. Analogamente, tutti gli individui devono essere monitorati per reazioni avverse per almeno 20-30 minuti dopo l’iniezione. L’adrenalina dovrebbe servire come trattamento di prima linea per eventuali reazioni anafilattiche.

Il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19 non è un vaccino vivo e può essere somministrato a pazienti immunocompromessi“, secondo la task force. “I medici e gli altri fornitori dovrebbero informare tali pazienti immunocompromessi della possibilità di una ridotta risposta immunitaria al vaccino. Non sappiamo in questo momento se le persone con un sistema immunitario indebolito risponderanno al vaccino e saranno protette da COVID-19″.

Fonte:Medicalxpress /Journal of Allergy and Clinical Immunology: In Practice

ULTIMI ARTICOLI

Microbo intestinale può promuovere il cancro al seno

(Cancro al seno-Immagine: coltura tridimensionale di cellule di cancro al seno umano, con DNA colorato in blu e una proteina nella membrana della superficie...

Virus letali:prodotti naturali che bloccano la diffusione

(Virus letali-Immagine Credit Public Domain). I ricercatori della Scripps Institution of Oceanography e della Skaggs School of Pharmacy and Pharmaceutical Sciences dell'Università della California di...

COVID 19: identificata nuova causa di coaguli di sangue

(COVID 19-Immagine Credit Public Domain). I coaguli di sangue continuano a devastare i pazienti con grave infezione da COVID-19 e un nuovo studio spiega cosa...

Lo zenzero contrasta alcume malattie autoimmuni

(Zenzero-Immagine Credit Public Domain). Lo zenzero è noto per avere effetti anti-infiammatori e antiossidanti che lo rendono un popolare rimedio naturale per il trattamento delle...

COVID 19: un vaccino italianio da biotech ReiThera

"L'Italia ha investito nella società locale di biotecnologie ReiThera per sostenere lo sviluppo del suo vaccino COVID-19", ha detto un alto funzionario martedì dopo...