Reflusso gatroesofageo: approvato dalla FDA un dispositivo magnetico per la cura

reflusso gatroesofageo

Il Prof.Santiago Horgan, capo della chirurgia mininvasiva presso UC Salute di San Diego, ha eseguito, in un paziente di 29 anni , affetto da reflusso gastroesofageo (GERD), una malattia digestiva cronica che può portare a grave infiammazione, stenosi, esofago di Barrett e carcinoma esofageo, il primo impianto di dispositivo magnetico chiamato LINX. I multicentrici risultati degli studi, hanno dimostrato che il dispositivo è altamente efficace nel trattamento della malattia. A differenza dei farmaci che inibiscono la produzione di acidi dello stomaco, questo dispositivo flessibile affronta subito la provenienza effettiva del reflusso.  Il sistema LINX è composto da una serie di perline di titanio, ciascuna con un nucleo magnetico, collegate per formare un anello che chiude gli ultimi centimetri dell’esofago, impedendo il reflusso dei contenuti dello stomaco. La FDA ha approvato il  nuovo sistema di gestione del reflusso gastroesofageo, già nei primi giorni del mese di marzo. Il Prof. Horgan e la sua equipe chirurgica, hanno impiantato più di 20 dispositivi durante la fase della sperimentazione clinica. LINX è un’opzione terapeutica per pazienti che non rispondono alla terapia farmacologica, misure dietetiche e stili di vita. L’intervento dura circa 20/3o minuti in chirurgia mininvasiva ed il paziente può lasciare l’Ospedale  il giorno stesso. ” Questo dispositivo ha cambiato la mia vita ” ha dichiarato Gina Brickell, una dei primi destinatari dell’impianto di LINX ” Ora posso mangiare quello che voglio, dove e quando voglio”. Il sistema LINX è prodotto da Torax Medical Inc. di St. Paul. Minnesota. Per essere ammessi all’intervento si può chiamare il numero telefonico 619-471-0447.