HomeAlimentazione & BenessereProteine ​​a colazione per aumentare dimensioni e funzione muscolare

Proteine ​​a colazione per aumentare dimensioni e funzione muscolare

(Proteine-Immagine Credit Public Domain).

Le proteine ​​sono essenziali per la crescita del corpo e la costruzione muscolare. Tuttavia, il metabolismo delle proteine ​​varia a seconda dell’orologio biologico interno del corpo. Pertanto, è importante sapere in che modo la distribuzione dell’apporto proteico nel corso della giornata influisce sui muscoli. Ricercatori giapponesi hanno ora scoperto che il consumo di proteine ​​a colazione aumenta le dimensioni e la funzione dei muscoli nei topi e nell’uomo, facendo luce sul concetto di “crononutrizioneche si occupa dei tempi delle diete per garantire la salute degli organi.

Le proteine ​​costituiscono un componente dietetico essenziale che aiutano nella crescita e nella riparazione del corpo. Composte da lunghe catene di aminoacidi, le proteine ​​favoriscono la crescita dei muscoli scheletrici, il gruppo di muscoli che ci aiutano a muoverci. Gli esseri umani sono consapevoli dei benefici delle proteine ​​da molto tempo. Tuttavia, studi recenti hanno dimostrato che consumare la giusta quantità di proteine ​​al momento giusto della giornata è essenziale per una corretta crescita. Questo è chiamato “crononutrizione”, in cui quando si mangia è importante tanto quanto cosa e come si mangia.

- Advertisement -

La ragione di ciò è l’orologio biologico interno del corpo, chiamato “ritmo circadiano“. Questo ritmo è seguito da tutte le cellule e controlla le funzioni vitali come il metabolismo e la crescita. È interessante notare che la digestione e l’assorbimento delle proteine ​​fluttuano tra il giorno e la notte secondo questo orologio. Inoltre, studi precedenti hanno riportato che l’assunzione di proteine ​​a colazione e pranzo favorisce la crescita del muscolo scheletrico negli adulti. Tuttavia, i dettagli sull’effetto del tempo di assunzione di proteine ​​sulla crescita e la funzione muscolare sono rimasti sfuggenti fino ad oggi.

I ricercatori della Waseda University, guidati dal Professor Shigenobu Shibata, hanno recentemente cercato di capire l’effetto della distribuzione dell’assunzione di proteine ​​durante il giorno, sui muscoli. Hanno somministrato ai topi di laboratorio due pasti al giorno contenenti concentrazioni proteiche elevate (11,5% in proporzione) o basse (8,5% in proporzione).

Vedi anche:Più proteine ​​non significa più massa muscolare

I ricercatori hanno notato che l’assunzione di proteine ​​a colazione ha indotto un aumento della crescita muscolare, determinata valutando l’ipertrofia indotta del muscolo plantare della gamba, rispetto agli effetti dell’assunzione di proteine ​​a cena. In particolare, il rapporto di ipertrofia muscolare determinato contro la crescita del muscolo di controllo era del 17% più alto nei topi alimentati con l’8,5% di proteine ​​a colazione, rispetto a quello nei topi alimentati con l’11,5% di proteine ​​a cena, nonostante il primo gruppo consumasse una bassa percentuale di proteine ​​in generale . Hanno anche scoperto che l’assunzione di un tipo di proteina chiamata BCCA,( i BCAA sono in definitiva l’insieme di tre aminoacidi a catena laterale ramificata, nel dettaglio sono la leucina, l’isoleucina e la valina, presenti nei BCAA di solito nel rapporto 2: 1: 1), abbreviazione di aminoacidi a catena ramificata, all’inizio della giornata ha aumentato in modo specifico le dimensioni dei muscoli scheletrici.

- Advertisement -

Entusiasta dei risultati dello studio pubblicato in un recente numero di Cell Reports, il Prof. Shibata sottolinea: “Una dieta ricca di proteine ​​in una fase iniziale del periodo attivo quotidiano, cioè a colazione, è importante per mantenere la salute dei muscoli scheletrici e aumentare il volume muscolare e la forza di presa”.

Per verificare se questi risultati fossero applicabili agli esseri umani, il team ha reclutato donne allo studio e ha testato se la loro funzione muscolare, determinata misurando l’indice dei muscoli scheletrici (SMI) e la forza di presa, variava con i tempi della dieta ricca di proteine. Sessanta donne di età pari o superiore a 65 anni che hanno assunto proteine ​​a colazione piuttosto che a cena hanno mostrato funzioni muscolari migliori, suggerendo la possibilità che i risultati siano veri in tutte le specie. Inoltre, i ricercatori hanno anche scoperto una forte associazione tra SMI e la proporzione di assunzione di proteine ​​a colazione rispetto all’assunzione totale di proteine ​​durante il giorno.

Il Prof. Shibata spera che i risultati del loro studio porteranno a una modifica diffusa nell’attuale regime alimentare della maggior parte delle persone nei paesi occidentali e asiatici, che tradizionalmente consumano basse quantità di proteine ​​a colazione. Quindi sottolinea: “Per gli esseri umani, in generale, l’apporto proteico a colazione è in media di circa 15 grammi, che è inferiore a quello che consumiamo a cena, che è di circa 28 grammi. I nostri risultati supportano fortemente il cambiamento di questa norma e il consumo di più proteine ​​a colazione o lo spuntino mattutino”.

Sembra che un semplice cambiamento nel nostro regime alimentare possa essere la nostra chiave per garantirci muscoli sani!

ULTIMI ARTICOLI

Proteine ​​a colazione per aumentare dimensioni e funzione muscolare

(Proteine-Immagine Credit Public Domain). Le proteine ​​sono essenziali per la crescita del corpo e la costruzione muscolare. Tuttavia, il metabolismo delle proteine ​​varia a seconda dell'orologio...

Fibrosi cistica: nuova molecola tratta casi non trattabili

(Fibrosi cistica-Immagine:questa ricerca suggerisce che un percorso per trattare i casi attualmente non trattabili di fibrosi cistica è chiaramente realizzabile. Credito: Fondazione per la fibrosi...

BPCO: la ricerca si restringe alla proteina FCHSD1

BPCo-Immagine: la perdita di FCHSD1 porta al miglioramento della malattia polmonare ostruttiva cronica. Credito: Tokyo Medical and Dental University. La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) causa malattie...

Vaccino COVID-19: perchè la seconda dose è importante

Secondo uno studio condotto da ricercatori della Stanford University School of Medicine, la seconda dose di un vaccino contro COVID-19 induce un potente impulso...

Infezioni ricorrenti di salmonella possono portare alla colite

(Colite-Immagine: infezioni ricorrenti di Salmonella, un comune patogeno dell'intossicazione alimentare umana, possono portare alla colite. Credito: Sanford Burnham Prebys Medical Discovery Institute). Un gruppo di ricerca internazionale,...