Home Salute Cervello e sistema nervoso Luteina e zeaxantina migliorano i livelli di stress psicologico

Luteina e zeaxantina migliorano i livelli di stress psicologico

Luteina e zeaxantina sono tradizionalmente associati alla salute degli occhi, ma i ricercatori dell’Università della Georgia hanno trovato un collegamento interessante della loro funzione alla salute del cervello, dimostrando che migliorano i livelli di stress psicologico e riducono il cortisolo nel siero.

La zeaxantina è una sostanza colorante naturale di colore giallo-arancio, un carotenoide della classe delle xantofille, una versione maggiormente ossidata del carotene. In natura si trova anche un isomero chiamato luteina che differisce per la posizione di alcuni doppi legami e perché possiede tre stereocentri contro i due presenti nella zeaxantina”.

Lo studio LAMA II (acronimo di luteina, Vision e mentale Acuity II) ha di recente pubblicato un documento, “La supplementazione con carotenoidi riduce lo stress psicologico, il cortisolo nel siero e sintomi sub-ottimali di salute fisica ed emotiva nei giovani adulti”, sulla rivista Nutritional Neuroscience. LAMA II dimostra ulteriormente i benefici della luteina e zeaxantina osservati nello studio LAMA I.

- Advertisement -

In LAMA II, cinquantanove giovani adulti di età compresa tra i 18 ed i 25 hanno partecipato ad uno studio in doppio cieco controllato con placebo, randomizzato, in cui il cortisolo nel sangue, feedback psicologici di stress, le misure comportamentali di umore e sintomi di salute non ottimale erano misurati al basale, 6 mesi e dopo 12 mesi di supplementazione giornaliera con un placebo o 10/2 mg o 20/4 mg di luteina / zeaxantina.

I risultati hanno dimostrano che la supplementazione di entrambe le dosi di di luteina / zeaxantina per 6 mesi ha migliorato significativamente lo stress psicologico, il cortisolo nel siero e le misure di salute emotiva e fisica rispetto al placebo e che c’è stato un ulteriore miglioramento dopo 12 mesi di supplementazione.

Anche se considerati innovativi, i risultati dello studio LAMA II non sono sorprendenti. Antiossidanti potenti come luteina e zeaxantina  si depositano nel tessuto neurale, in regioni specifiche di entrambi gli occhi e nel cervello. Poichè lo stress cronico è collegato ad una varietà di problemi di salute tra cui la pressione arteriosa alta, malattie cardiache, depressione e ansia, i risultati di questo studio rappresentano una grande promessa per miliardi di persone in tutto il mondo.

“Questa ricerca dimostra i vantaggi di un’integrazione con luteina e zeaxantina per contribuire a risolvere l’enorme problema di salute pubblica che circonda i livelli di stress e di cortisolo”, ha detto Abhijit Bhattacharya, Presidente della OmniActive Health Technologies Ltd.,che ha prodotto, Lutemax 2020, l’integratore a base di  luteina / zeaxantina.

- Advertisement -

Fonte: Medicalxpress

ULTIMI ARTICOLI

SARS-CoV-2 smascherato da un modello matematico

(SARS-CoV-2-Immagine Credit Public Domain). SARS-CoV-2 è stato smascherato da un modello matematico che suggerisce strategie di trattamento ottimali. Ottenere il controllo di COVID-19 richiederà più...

Latticini: in futuro saranno prodotti anche dal lievito

(Latticini-Immagine Credit Public Domain). I latticini in futuro saranno prodotti anche dal lievito grazie ad una straordinaria tecnologia che potrebbe rivoluzionare il settore lattiero-caseario. Il nuovo...

Variante SARS-CoV-2 B.1.1.7 potrebbe diventare dominante

(SARS-CoV-2 B.1.1.7-Immagine Credit Public Domain). SARS-CoV-2 B.1.1.7, la nuova variante della sindrome respiratoria acuta grave coronavirus-2 (SARS-CoV-2) rilevata in Inghilterra, si replica più di due...

SARS-CoV-2:la glicirrizina neutralizza il virus in vitro

(SARS-CoV-2-Immagine radici di liquirizia-Credit Public Domain). SARS-CoV-2 causa una serie di sintomi respiratori da lievi a gravi. Sfortunatamente, anche i pazienti pre-sintomatici o quelli con...

Glaucoma: nuova terapia antifibrotica

(Glaucoma-Immagine Credit Public Domain). Scienziati dell'Università di Birmingham, Regno Unito, hanno dimostrato che un nuovo destrano-solfato a basso peso molecolare, ILB, potrebbe svolgere un ruolo...