Home Salute Cuore e circolazione Lo stress e la rabbia possono esacerbare l'insufficienza cardiaca

Lo stress e la rabbia possono esacerbare l’insufficienza cardiaca

Immagine: Public Domain.

Lo stress mentale e la rabbia possono avere implicazioni cliniche per i pazienti con insufficienza cardiaca secondo un nuovo rapporto pubblicato sul Journal of Cardiac Failure.

L’insufficienza cardiaca è una malattia cardiovascolare pericolosa per la vita in cui il cuore è danneggiato o indebolito. Ciò può portare a una frazione di eiezione ridotta, in cui il muscolo cardiaco pompa una quantità di sangue inferiore a quella tipica di ciascuna contrazione.

- Advertisement -

In questo studio su pazienti con insufficienza cardiaca con frazione di eiezione ridotta, gli autori – compresi i ricercatori di Yale – hanno valutato gli effetti dello stress e della rabbia sulla funzione diastolica. La funzione diastolica descrive la capacità del cuore di rilassarsi e ricaricarsi tra le contrazioni muscolari ed è predittiva del rischio di mortalità.

Vedi anche:Farmaci per l’ipertensione associati a un’elevata incidenza di insufficienza cardiaca

Per una settimana, i partecipanti hanno completato questionari giornalieri sulle loro esperienze di stress, rabbia ed emozioni negative durante le 24 ore precedenti. I partecipanti hanno quindi completato un protocollo standardizzato di “stress mentale” in cui hanno risolto problemi aritmetici impegnativi e hanno descritto una recente esperienza stressante. Sono stati eseguiti ecocardiogrammi per valutare la funzione diastolica a riposo e durante l’attività di stress.

I ricercatori hanno detto che i pazienti che hanno riferito di aver sperimentato rabbia nella settimana prima del protocollo di stress mentale di laboratorio, hanno mostrato una pressione diastolica a riposo di base peggiore. Inoltre, la maggior parte dei pazienti ha mostrato cambiamenti provocati dallo stress nella funzione diastolica, tra cui una diminuzione del rilassamento precoce e un aumento della pressione diastolica.

- Advertisement -

Lo stress mentale è comune nei pazienti con insufficienza cardiaca a causa in parte della complessità dell’autogestione della malattia, del progressivo peggioramento dei limiti funzionali e delle frequenti esacerbazioni dei sintomi e dei ricoveri”, ha affermato l’autore principale Kristie Harris, un associato post-dottorato in medicina cardiovascolare alla Yale.

“Abbiamo le prove che i pazienti che sperimentano livelli di stress cronicamente elevati sperimentano un decorso della malattia più gravoso con una qualità della vita ridotta e un aumento del rischio di eventi avversi. Chiarire i percorsi comportamentali e fisiologici rilevanti è particolarmente importante nell’era del COVID-19, quando i fattori di stress tipici dello scompenso cardiaco possono essere ulteriormente aggravati da fattori di stress legati alla pandemia “, ha detto Harris.

“Fattori come lo stress mentale e la rabbia spesso non vengono riconosciuti e vengono sottovalutati”, ha affermato Matthew Burg, psicologo clinico della Yale e autore senior dello studio. “Questo studio contribuisce alla vasta letteratura che mostra che lo stress e la rabbia influenzano i risultati clinici per i pazienti con malattie cardiache, aggiungendo l’insufficienza cardiaca cronica alla lista che include la cardiopatia ischemica (arterie ristrette) e la malattia aritmica”.

Burg ha affermato che mentre la gestione dello stress e le tecniche correlate hanno dimostrato di ridurre il rischio di eventi avversi tra i pazienti con cardiopatia ischemica (arterie ristrette), è necessario ulteriore lavoro per identificare i fattori che aumentano la vulnerabilità agli effetti dello stress nell’insufficienza cardiaca e determinare se la gestione dello stress può migliorare i risultati per questi pazienti.

Fonte: Neuroscience

ULTIMI ARTICOLI

Neurodegenerazione e “spazzatura” nel cervello

Immagine: neurodegenerazione. Credit. Public Domain. Nerurodegenerazione: i ricercatori della Tokyo Medical and Dental University (TMDU) hanno recentemente dimostrato che un accumulo di "spazzatura" cellulare nel...

SARS-CoV-2: scoperti circa 10 virioni per cellula infetta

Immagine: Studio: "Il numero totale e la massa dei virioni SARS-CoV-2 in una persona infetta". Credito: NIAID / Flickr. SARS-CoV-2 - l'agente patogeno eziologico della...

Progeria: approvato dalla FDA il primo farmaco

Immagine: progeria. Credit: Public Domain. E' stato approvato dalla FDA il primo farmaco per il trattamento della Progeria, una rara malattia genetica che blocca la...

Osteoporosi: come combattere la disgregazione ossea

Immagine:osteoporosi.Credit: Public Domain. Osteoporosi: rilevato un potenziale bersaglio cellulare che elimina la disgregazione ossea secondo uno studio sui roditori condotto dai docenti della Perelman School...

Vaccini COVID 19: sviluppati a tempo di record sono sicuri?

Immagine: Vaccini COVID 19.Questa immagine al microscopio elettronico a scansione mostra SARS-CoV-2 (giallo), isolato da un paziente, che emerge dalla superficie delle cellule (blu...