HomeSaluteIntestino e stomacoL'inibizione della trombina può proteggere dall'enterocolite necrotizzante

L’inibizione della trombina può proteggere dall’enterocolite necrotizzante

I ricercatori hanno scoperto in un nuovo studio che l’inibizione della trombina può fornire protezione contro l‘enterocolite necrotizzante.

I risultati della ricerca sono stati riportati negli Atti della National Academy of Sciences.

L’enterocolite necrotizzante (NEC), una rara malattia infiammatoria intestinale, colpisce principalmente i neonati prematuri ed è una delle principali cause di morte nei più piccoli e malati di questi pazienti. La causa esatta rimane poco chiara e non esiste un trattamento efficace. Nessun test può diagnosticare definitivamente in anticipo la condizione devastante, quindi i bambini con sospetta enterocolite necrotizzante sono attentamente monitorati e somministrati con cure di supporto, come fluidi e antibiotici per combattere le infezioni causate dai batteri che invadono la parete intestinale. È necessario eseguire un intervento chirurgico per asportare il tessuto intestinale danneggiato se la condizione peggiora.

- Advertisement -

Uno studio preclinico condotto da ricercatori della University of South Florida Health (USF Health) del Morsani College of Medicine e della Johns Hopkins University School of Medicine offre la promessa di un trattamento specifico per NEC, una delle malattie più difficili da trattare per i neonatologi e i chirurghi pediatrici. Il team ha scoperto che l’inibizione della trombina con la nanoterapia mirata può proteggere dalle lesioni simili alla NEC nei topi neonati.

“I nostri dati hanno identificato la molecola infiammatoria trombina, che svolge un ruolo critico nella coagulazione del sangue attivata dalle piastrine, come potenziale nuovo bersaglio terapeutico per NEC”, ha dichiarato il coautore dello studio Samuel Wickline, MD, Professore di scienze cardiovascolari presso il Morsani College of Medicine e direttore di l’USF Health Heart Institute. “Abbiamo dimostrato che le nanoparticelle anti-trombina sono in grado di trovare, catturare e inattivare tutta la trombina attiva nell’intestino, prevenendo o riducendo i danni ai piccoli vasi sanguigni e la coagulazione che accelera la NEC”.

L’autore senior del documento pubblicato da PNAS è Akhil Maheshwari, MD, Professore di pediatria e Direttore della neonatologia presso la Johns Hopkins University School of Medicine. Prima di unirsi a Johns Hopkins Medicine (Baltimora) nel 2018, il gruppo del Dr. Maheshwari alla USF Health è stato il primo a dimostrare che l’attivazione piastrinica è un evento critico precoce nel causare NEC e che le misure terapeutiche per bloccare queste piastrine potrebbero essere un nuovo modo per prevenire o ridurre le lesioni intestinali in NEC.

Vedi anche: Enterocolite necrotizzante, scoperte le cause molecolari della condizione e delle lesioni cerebrali associate

- Advertisement -

La piattaforma di nanoterapia creata dal Dr. Wickline e dall’ingegnere biomedico USF Health Hua Pan, PhD, fornisce alte concentrazioni di farmaci che inibiscono specificamente la trombina dalla formazione di coaguli di sangue sulla parete dei vasi sanguigni intestinali senza sopprimere la sua attività (di coagulazione) necessaria per prevenire il sanguinamento altrove nel corpo. “Questo trattamento localizzato è particolarmente importante per i neonati prematuri”, ha affermato il Dott. Wickline, “perché i vasi sanguigni sottosviluppati nel cervello e altri organi vitali dei neonati sono ancora fragili e suscettibili alla rottura e al sanguinamento”. Per questo studio i ricercatori hanno utilizzato un modello da loro creato: topi o cuccioli neonati, indotti a sviluppare un danno al tratto digestivo simile alla enterocolite necrotizzante umana, inclusa la trombocitopenia comunemente sperimentata dai neonati prematuri con NEC. La trombocitopenia è caratterizzata da un basso numero di frammenti di cellule del sangue noti come piastrine o trombociti, che normalmente bloccano il sanguinamento da un taglio o una ferita aggregandosi per “tappare i vasi sanguigni rotti”. La molecola di trombina svolge un ruolo chiave nell’infiammazione intestinale guidata da piastrine iperattive. Durante lo studio del ruolo della deplezione piastrinica nella trombocitopenia correlata alla NEC, i ricercatori dell’USF-Johns Hopkins sono stati sorpresi di scoprire che la trombina media la coagulazione del sangue attivata dalle piastrine nelle prime fasi della patologia della lesione simile alla NEC, prima che i batteri penetrino dall’interno dell’intestino al sangue circolante o altri organi. Questa coagulazione ostruisce i piccoli vasi sanguigni e limita il flusso sanguigno all’intestino infiammato. Alla fine, il rivestimento della parete intestinale danneggiata può iniziare a morire.

“Questa terapia innovativa funziona essenzialmente “come una spugna che assorbe la trombina” ed è esponenzialmente più potente degli attuali agenti usati per inibire la coagulazione”, ha spiegato il Dott. Wickline. “Il trattamento mette letteralmente trilioni di nanoparticelle in quel sito danneggiato (parete intestinale) per assorbire tutta la trombina iperattiva, attenua i processi di coagulazione e infiammazione promossi dalla trombina”. “Siamo entusiasti di questo nuovo modo di attenuare le lesioni intestinali nella enterocolite necrotizzante “, ha dichiarato il Dott. Maheshwari. Lo stesso approccio, come dimostrato in studi preclinici, inibisce la crescita delle placche aterosclerotiche e alcune lesioni renali senza causare problemi di sanguinamento sistemico. Il Dr. Wickline ha aggiunto: “Le nanoparticelle possono essere adattate ad altre malattie infiammatorie altamente dipendenti dalla trombina per la loro progressione”.

Gli autori dello studio concludono che il loro trattamento sperimentale mirato per NEC merita un’ulteriore valutazione negli studi clinici.

Fonte: PNAS

ULTIMI ARTICOLI

Infezioni batteriche e ferite della pelle: nuovo approccio per il trattamento

(Infezioni batteriche-Immagine: ferita vascolarizzata al microscopio. Credito: Rachel Kratofil). I ricercatori dell'Università di Calgary hanno identificato un nuovo approccio promettente per il trattamento delle infezioni batteriche...

Januvia farmaco per il diabete può contenere tracce di cancerogeno

(Januvia-Immagine Credit Medicalxpress). "Il popolare farmaco per il diabete Januvia può contenere tracce di un probabile cancerogeno, ma i pazienti dovrebbero continuare a usare il...

Cuffia dei rotatori: potenziale trattamento rivoluzionario per la rigenerazione

(Cuffia dei rotatori/Studio-Immagine:Dr. Cato T. Laurencin-Credito UCNN). Un nuovo modo per rigenerare i muscoli potrebbe aiutare a riparare la cuffia dei rotatori nelle spalle danneggiate...

Acufene: svolta nella ricerca di una cura

(Acufene-Immagine Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico). Dopo 20 anni alla ricerca di una cura per l'acufene, i ricercatori dell'UDniversità di Auckland sono entusiasti dei "risultati...

Alimenti fermentati: 4 motivi per cui dovresti mangiarli

(Alimenti fermentati-Immagine Credit Public Domain). Gli alimenti fermentati hanno subito il processo naturale di essere fermentati da batteri, funghi o lieviti benefici. In questo processo,...