La tubercolosi si nasconde nelle cellule del midollo osseo

tubercolosi

Gli scienziati del Forsyth hanno acquisito nuove conoscenze su come la tubercolosi (TB) rimane una epidemia globale. Anche se i farmaci sono stati a disposizione per combattere la tubercolosi da 50 anni, la malattia contagia ancora circa 2,2 miliardi di persone in tutto il mondo e causa 1,7 milioni di morti annuali. Questo è attribuibile alla capacità dei batteri di rimanere sospesi nel corpo umano e poi riemergere come malattia attiva. Il team di Forsyth, ed i collaboratori presso la Stanford University, hanno  recentemente scoperto che il Mycobacterium tuberculosis , il batterio che causa la tubercolosi, può restare sospeso e prosperare all’interno del midollo osseo .

 Il microbo, Mycobacterium tuberculosis (Mtb) causa malattia mortale in milioni di esseri umani e infetta e persiste in miliardi di altri senza causare danni apparenti, pur mantenendo la possibilità di “riattivarsi” e causare  la tubercolosi (TB) attiva. Questa forma di silenzio del microbo è conosciuta come infezione da TB latente o dormiente. Durante questa fase, Mtb sfugge le risposte immunitarie e sopravvive per decenni in nicchie protette non ancora ben identificate. Questo studio descrive una cellula bersaglio precedentemente insospettata, utilizzata da Mtb per schermare se stesso dal sistema immunitario dell’ospite. Queste nuove scoperte hanno dirette implicazioni cliniche, in quanto spiegano il motivo per cui i malati di tubercolosi trattati, rimangono sensibili ai test TB per tutta la vita e soprattutto, perché il trattamento della TBC è così difficile e richiede lunghi periodi di trattamento farmacologico. Inoltre, questi risultati sollevano un rischio per la possibile trasmissione di TB a pazienti sottoposti a trapianto di midollo osseo con cellule ottenute da donatori che possono avere TB latente. Lo studio, che è stato pubblicato in Science Translational Medicine , è stato condotto presso Forsyth dal Dr. Antonio Campos- Neto, Direttore del Centro di Global Forsyth Malattie Infettive.“La tubercolosi è rimasta una terribile minaccia per la salute, nonostante la proliferazione di conoscenze, la diagnostica e il trattamento “, ha detto il dottor Campos-Neto.“Ottenere una maggiore comprensione della TB latente, può potenzialmente risparmiare centinaia di migliaia di vite, ogni anno.” 

Sintesi dello studio 

Il Dr. Campos-Neto e il suo gruppo hanno condotto esperimenti in vitro, come pure in vivo, usando un ben definito modello animale di TB latente e dai dati raccolti da pazienti umani trattati per TB. Da questi studi hanno concluso che Mtb infetta e persiste in uno stato inattivo per lunghi periodi di tempo all’interno di midollo osseo (BM) . Queste cellule rappresentano una nicchia che  fornisce   all’agente patogeno il privilegio immunitario. Le cellule staminali,  di chi è malato di Mtb, sono lunghe cellule viventi e in possesso di un macchinario speciale per impedire alle molecole esterne, come farmaci anti-TB, di entrare nel loro citoplasma. 

Fonte http://www.medicalnewstoday.com/releases/255649.php


Altri articoli su tubercolosi