La modifica genetica CRISPR-Cas9 danneggia il DNA più di quanto si pensasse in precedenza

CRISPR / Cas9

Una tecnica di modifica genetica rivoluzionaria chiamata CRISPR-Cas9, salutata come il futuro dell’eradicazione della malattia e sostenuta per un premio Nobel, potrebbe essere meno precisa e causare più danni alle cellule di quanto si pensasse, secondo quanto i ricercatori hanno riferito lunedì.

Esperimenti di laboratorio che utilizzano cellule di topo e umane hanno rivelato che la tecnica CRISPR-Cas9frequentemente” ha causato mutazioni genetiche “estensive.

“Questa è la prima valutazione sistematica degli eventi imprevisti derivanti dal montaggio di CRISPR-Cas9″, ha dichiarato Allan Bradley del Wellcome Sanger Institute in Inghilterra, dove il team conduce ricerche.

La ricerca ha mostrato che “i cambiamenti nel DNA sono stati seriamente sottostimati prima d’ora”, ha detto Bradley, che è coautore di uno studio pubblicato sulla rivista Nature Biotechnology.

Le mutazioni non hanno dimostrato di essere dannose, né benigne.

“È importante che chiunque pensi di usare questa tecnologia per la terapia genica procede con cautela e sia molto attento a verificare gli effetti dannosi”, ha detto Bradley in una dichiarazione rilasciata dall’ Istituto.

( Vedi anche: Per la prima volta un video cattura CRISPR/Cas9 in azione).

Svelato per la prima volta circa sei anni fa, CRISPR-Cas9 consente agli scienziati di inserire, rimuovere e correggere una sequenza difettosa su un filamento di DNA in una cellula con precisione millimetrica.

La tecnica ha sollevato la speranza che un giorno i geni che causano malattie possano essere rimossi o modificati prima che un bambino sia nato.

Negli ultimi anni, CRISPR-Cas9 è stato ripetutamente annunciato per il premio Nobel per la chimica.

CRISPR che fa parte del sistema di difesa immunitaria nei batteri, è utilizzato per affinare il punto esatto sul genoma in cui deve essere effettuato il taglio.

Cas9 è una proteina usata come “forbice” per tagliare il gene difettoso che viene poi sostituito o fissato dal meccanismo di riparazione del DNA della cellula stessa.

“Implicazioni sulla sicurezza”

La sicurezza della tecnica non è stata ancora dimostrata e non è approvata per l’uso in terapia umana.

Finora, i ricercatori la hanno usata per migliorare l’udito nei topi diventati sordi e per correggere una mutazione che causa la malattia negli embrioni umani clonati e allo stadio iniziale.

Ma la nuova scoperta solleva “implicazioni sulla sicurezza“, secondo il team.

I ricercatori hanno trovato “grandi riarrangiamenti genetici come delezioni e inserzioni di DNA” nelle cellule che potrebbero portare ad accendere o spegnere geni importanti, causando cambiamenti pericolosi.

La ricerca ha anche dimostrato che i test standard non raccolgono danni al DNA causati da CRISPR-Cas9.

Gli esperti non coinvolti nello studio sostengono che non è chiaro perchè cambiamenti così grandi e non voluti non siano stati notati prima.

Ma “i risultati di questo studio non danno motivo di panico o di perdita di fiducia nei metodi”, ha dichiarato Robin Lovell-Badge del Francis Crick Institute, un centro di ricerca biomedica a Londra.

Per Francesca Forzano, consulente in genetica clinica e genomica presso NHS Foundation Trust di Guy e St Thomas, il lavoro ha dimostrato che CRISPR-Cas9 “è molto meno sicuro di quanto si pensasse in precedenza” e che le tecniche di monitoraggio della sicurezza non erano “del tutto adeguate” .

“Sono necessarie ulteriori ricerche prima di prendere in considerazione qualsiasi applicazione clinica del metodo”, ha affermato Forzano.

Fonte: Nature

Altri articoli su CRISPR / Cas9