Il fieno greco riduce la glicemia e il colesterolo

Il fieno greco non è un ingrediente comune. La ricerca rivela che, se usato regolarmente, protegge il cuore, fegato e pancreas. Il fieno greco è comunemente usato per una serie di motivi come favorire la digestione, migliorare il metabolismo e favorire la salute ginecologica.

I composti naturali del fieno greco e il suo valore medicinale, sono stati utilizzati in Ayurveda per trattare una varietà di condizioni. La ricerca passata e attuale rivela la sua capacità di mantenere sani parametri di sangue. Il fieno greco è un ingrediente ricco di risorse e una fantastica alternativa per aiutare a gestire la glicemia alta e colesterolo. E’ privo di fastidiosi effetti collaterali, a differenza della sua controparte dell’industria farmaceutica.

ll fieno greco può aiutare a sconfiggere il diabete?

Semi di fieno greco contengono una quantità abbondante di aminoacidi isoleucina 4-idrossi. Secondo la ricerca, questo aminoacido esercita un effetto protettivo sul fegato e stimola la produzione di insulina. Uno studio del 2009 ha dimostrato che l’ isoleucina 4-idrossi ha migliorato i livelli di zucchero nel sangue e l’azione dell’insulina, nei ratti diabetici.

Uno studio clinico umano su pazienti con diabete di tipo 2 di nuova diagnosi, ha mostrato risultati positivi del fieno greco. I pazienti sono stati raggruppati in modo casuale in due gruppi. Un  gruppo ha ricevuto un estratto di fieno greco (1 grammo al giorno) e l’altro gruppo ha ricevuto un placebo. Entrambi i gruppi hanno mantenuto la regolare cura del diabete – dieta ed esercizio fisico.

Dopo due mesi, il gruppo integrato con fieno greco ha mostrato un migliore controllo della glicemia e la sensibilità all’insulina, rispetto all’ altro. I ricercatori hanno anche osservato una significativa riduzione dei livelli di trigliceridi e aumento dei livelli di colesterolo buono.

L’effetto ipoglicemizzante di semi di fieno greco è dovuto alla presenza di fibra solubile. Secondo uno studio del 2007, la frazione di fibra solubile ritarda la digestione e l’assorbimento dei carboidrati, aumentando l’azione dell’insulina. Questi studi indicano che il consumo di fieno greco regolare può essere utile durante la terapia del diabete.

Come funziona fieno greco per abbassare il colesterolo – senza effetti collaterali?

Molti studi hanno sottolineato l’ effetto ipocolesterolemizzante del fieno greco – in quanto è una grande fonte di fibra solubile (21,7%) e insolubili (26,8%). I ricercatori sostengono che l’alto contenuto di fibre. La presenza di fibre solubili, in particolare, aumenta la viscosità del cibo digerito e inibisce l’assorbimento di colesterolo e acidi biliari.

Un altro motivo forte dietro l’ effetto ipocolesterolemizzante del fieno greco è il fatto che la fibra funge da cibo per i batteri intestinali benefici (pre-biotiche). Gli acidi grassi volatili rilasciati da questi batteri intestinali entrano nel flusso sanguigno e sopprimono la produzione di colesterolo da parte del fegato. Sulla base di studi precedenti, i ricercatori suggeriscono un quantitativo totale di 20 – 25g al giorno – in tre dosi di fieno greco, per ottenere il massimo beneficio in termini di controllo del colesterolo.

I migliori modi per aggiungere fieno greco alla mia dieta

I semi di fieno greco sono naturalmente ricchi di minerali come, calcio, potassio, selenio, manganese, magnesio, ferro e zinco. E ‘una buona fonte di vitamine del gruppo B, vitamina A e C.

Inoltre, questi minuscoli semi contengono anche polisaccaridi – saponine, tannini, pectine, emicellulosa, e mucillagini, che rappresentano il loro contenuto di fibre solubili e insolubili. Il fieno greco contiene anche colina – che aiuta a proteggere i nervi nel cervello e rallentare i prematuro declino mentale ..

Il fieno greco è sicuro da consumare su base giornaliera e può essere incorporato in molte ricette come spezia (semi), erbe (foglie secche o fresche) o vegetale (germogli / microgreens). Le foglie tenere possono essere aggiunte a insalate, per aumentare l’apporto di minerali.

Il fieno greco in polvere può essere utilizzato anche in miscele, frittelle, lenticchie e ricette a base di riso.

Tenete a mente che i semi di fieno greco hanno un forte sapore amaro – quindi fate attenzione alla quantità. Per rimuovere l’amarezza – si consiglia di immergere i semi in acqua, durante la notte. D’altra parte, le foglie di fieno greco sono meno amare e possono essere utilizzate in grandi quantità e funzionano bene in diversi piatti.