Funghi nei polmoni e asma

asma,funghi,polmoni

C’è stato un tempo in cui abbiamo assunto l’idea che l’interno dei nostri polmoni era privo di vita, a parte le cellule ci aiutano a respirare. Ma ora veniamo a sapere che il polmone è la patria di una vasta gamma di organismi, compresi i funghi. Un nuovo studio dimostra che le persone con asma hanno una miscela diversa di funghi nei loro polmoni rispetto alle persone sane che non hanno l’asma, portando i ricercatori a suggerire questa potrebbe essere una strada utile per lo sviluppo di nuovi trattamenti.

Il team  della Scuola di Medicina dell’Università di Cardiff, nel Regno Unito, ha segnalato lo studio, il primo grande studio nel suo genere, nel numero del 5 febbraio online della rivista BMC Infectious Diseases . L’autore della ricerca, il Dott.r Hugo van Woerden, ha dichiarato: “La nostra analisi ha trovato che vi sono abbondanti funghi presenti nei polmoni umani sani. Lo studio dimostra anche che i pazienti affetti da  asma hanno un gran numero di funghi nei polmoni e che le specie di funghi sono molto diverse da quelle presenti nel polmoni di individui sani. ” Secondo i ricercatori,  le centinaia di minuscole particelle di funghi presenti nei polmoni dei pazienti asmatici, potrebbero contenere nuovi indizi per il trattamento della malattia respiratoria. Per il loro studio, hanno esaminato il muco o espettorato di persone con e senza asma, appartenenti alla stessa comunità ed hanno trovato un totale di 136 diverse specie di funghi in entrambi i gruppi, con il 90%i in comune nelle persone con asma e 46% in comune nelle persone sane e senza asma. “Di particolare interesse è stata la presenza di pachydermatis Malassezia , fungo noto per essere associato con dermatite atopica “, osserva il team. Il valore principale di questo studio è che esso stabilisce che i polmoni sono la patria di funghi e che le persone con asma possono avere una particolare miscela di colonie fungine, che potrebbe aprire un nuovo campo di ricerca, che riunisce tecniche molecolari per l’identificazione e lo sviluppo di trattamenti di questi funghi” conclude van Woerden. 

Fonte  BMC Infectious Diseases

 


Altri articoli su asma, funghi, polmoni