Cosa accade al tuo corpo quando smetti di mangiare carne

carne rossa,rischio cardiovascolare

Mangiare carne rossa o ridurre il consumo di carne è una scelta personale. L’ Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, hanno pubblicato un rapporto allarmante nel mese di ottobre del 2015.

Il rapporto, sulla base di studi condotti in 20 anni, ha valutato il potenziale cancerogeno di due delle varietà più popolari al mondo di carne: carne rossa e carni lavorate.

Secondo il rapporto, il consumo regolare di carni lavorate è associato con il cancro del colon-retto. Gli esperti affermano che una persona che consuma 50 grammi di carne lavorata ogni giorno, aumenta il suo rischio di sviluppare questo tipo di tumore.

Gli esperti inoltre, hanno precisato che il rischio aumenta quando una persona mangia regolarmente altri tipi di carne in combinazione con carni lavorate.

Quando si tratta di dieta e la salute, è estremamente importante prendere una decisione ben informata. Se si decide di eliminare la carne dalla dieta o semplicemente ridurne il consumo, è necessario sapere come la decisione andrà a influenzare il vostro corpo.

1. La salute del cuore migliora

L’infiammazione è il meccanismo di difesa del corpo contro un attacco da parte di microrganismi e virus che causano malattie.

Tuttavia, alcuni alimenti come la carne, hanno azione infiammatoria e possono consentire anche il persistere dell’infiammazione che è una causa di fondo delle principali malattie, tra cui malattie cardiache.

Neu5Gc è una molecola non prodotta dal corpo, ma presente nella carne rossa.

Quando si mangia carne rossa, il corpo reagisce a questa molecola con una risposta immunitaria che scatena un’infiammazione, secondo uno studio del 2015 pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences. Quando si mangia carne regolarmente, il corpo continua a rispondere in questo modo, con una infiammazione persistente.

Inoltre, la carne rossa contiene un composto chiamato L-carnitina cheprovoca aterosclerosi quando interagisce con batteri intestinali, secondo uno studio pubblicato nel 2013 in Nature Medicine. Le arterie ostruite sono la prima causa di decessi cardiaci associati alla malattia. D’altra parte, le diete vegetariane sono per lo più anti-infiammatorie e aiutano a proteggere il cuore.

2. Si riduce il rischio di cancro

L’infiammazione è una delle cause di molte patologie, tra le quali anche il cancro.

Studi hanno anche trovato associazioni tra consumo di carne e aumento del rischio di alcuni tumori. Secondo uno studio del 2004 pubblicato su Environmental and Molecular Mutagenesis, un elevato consumo di carne è associato con maggiore incidenza del cancro del colon retto (che include colon, retto e intestino).Lo studio rivela che quando la carne è cotta ad alte temperature, rilascia alcune sostanze chimiche che alterano il DNA umano e rendono le cellule più suscettibili al cancro.

3. Aumentano le probabilità di vivere più a lungo

Mangiare carne, carne rossa e in particolare le varietà elaborate, può ridurre la durata della vita.

Un’analisi a lungo termine sulle abitudini alimentari di migliaia di persone provenienti da America e Europa, ha dimostrato che i vegetariani e le persone che consumano basse quantità di carne, vivono più a lungo. Lo studio è stato pubblicato su The American Journal of Clinical Nutrition nel 2013.

Secondo lo studio, inoltre, le persone che consumano una porzione giornaliera di carne rossa, aumentano le probabilità di morte del 13 per cento, probabilità che aumentano ulteriormente fino al 20 per cento, se la carne rossa viene elaborata.

4. Si riduce il rischio di diabete e si gestisce meglio la condizione

L’aumento di peso, e soprattutto l’aumento della circonferenza addominale, sono associati allo sviluppo del diabete.

Carni rosse, in particolare le varietà trasformate, contengono elevate quantità di sodio, nitrati e nitriti, i quali promuovono la resistenza all’insulina inibendo l’attività delle cellule beta responsabili della produzione di insulina.

6. Si mantiene la pressione sanguigna sotto controllo

La carne rossa è anche associata ad alta pressione sanguigna, secondo uno studio del 2015 pubblicato nel Journal of Pulmonary and Respiratory Medicine.

Lo studio rivela che quando i batteri intestinali metabolizzano la carne rossa, rilasciano un composto chiamato trimetilammina-N-ossido, e questo composto potrebbe contribuire ad alzare la pressione. Inoltre, la carne rossa contiene una elevata quantità di grassi saturi. Il consumo regolare di grassi saturi a lungo termine ostruisce le arterie.

Inoltre, carni lavorate non solo sono ricche di grassi saturi, ma contengono anche una quantità dannosa di sodio, un altro fattore per la pressione sanguigna elevata.

7. Diminuisce il dolore provocato dall’artrite reumatoide

Diversi studi hanno dimostrato che alcune diete possono alterare il comportamento dei microrganismi che svolgono un ruolo nella promozione del dolore da artrite reumatoide.I pazienti con AR medio-grave  che sono passati a una dieta a basso contenuto di grassi hanno riportato sintomi significativamente ridotti, secondo uno studio pubblicato sul Journal of the American Medical Association Internal Medicine.

8. Diminuisce l’acne

La carne è una ricca fonte di vitamina B12, ma un eccesso di assunzione di vitamina B12 può innescare lo sviluppo dell’acne. Una riduzione dell’assunzione di vitamina B12 può contribuire a migliorare la condizione.


Altri articoli su carne rossa, rischio cardiovascolare