HomeSaluteTumoriCarcinoma del colon-retto refrattario metastatico: benefici da Fruquintinib

Carcinoma del colon-retto refrattario metastatico: benefici da Fruquintinib

(Carcinoma del colon-retto-Immagine credito: Unsplash/CC0 di dominio pubblico).

I ricercatori dell’MD Anderson Cancer Center dell’Università del Texas hanno riportato i risultati dello studio che mostrano che la terapia mirata con Fruquintinib ha migliorato significativamente la sopravvivenza globale (OS) e la sopravvivenza libera da progressione (PFS) nei pazienti con cancro del colon-retto metastatico refrattario.

I risultati dello studio globale FRESCO-2 sono stati presentati al Congresso della Società Europea di Oncologia Medica (ESMO) 2022.

- Advertisement -

La sopravvivenbza globale è stata di 7,4 mesi con Fruquintinib rispetto a 4,8 mesi nel braccio placebo, mentre la sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 3,7 mesi con Fruquintinib rispetto a 1,8 mesi nel braccio placebo. Questi risultati rappresentano un miglioramento statisticamente significativo rispetto ai controlli.

“I pazienti con cancro colorettale metastatico refrattario hanno possibilità di trattamento molto limitate e scarsi risultati”, ha affermato il ricercatore principale Arvind Dasari, MD, Professore associato di oncologia medica gastrointestinale. “Questi risultati sono molto incoraggianti e confermano che Fruquintinib può essere una nuova opportunità di trattamento per i pazienti che in precedenza non avevano altre opzioni“.

Lo studio clinico randomizzato di Fase III FRESCO-2 è stato condotto in 153 siti negli Stati Uniti, in Europa, in Giappone e in Australia. Lo studio in doppio cieco ha valutato il trattamento con la nuova terapia orale Fruquintinib, un inibitore della tirosin-chinasi a piccole molecole dei recettori del fattore di crescita endoteliale vascolare (VEGFR), più la migliore terapia di supporto rispetto al placebo in pazienti pesantemente pretrattati con il trattamento cancro colorettale metastatico resistenteL’endpoint primario era il sistema operativo.

Vedi anche:Cancro del colon retto: come il microbiota influenza la chirurgia

- Advertisement -

Secondo l’American Cancer Society, il cancro del colon-retto è la terza causa di morte per cancro negli uomini e nelle donne e la seconda causa più comune di morte per cancro per uomini e donne messi insieme. Nonostante i progressi del trattamento, i pazienti con carcinoma del colon-retto metastatico hanno ancora scarsi tassi di sopravvivenza a lungo termine. Dopo che i pazienti progrediscono attraverso diverse linee di terapia, in genere vivono solo da quattro a cinque mesi. Pertanto, vi è una grande necessità di alternative terapeutiche dopo l’esaurimento delle terapie attuali.

Nello studio originale di Fase III FRESCO, che ha portato all’approvazione del farmaco in Cina nel settembre 2018, Fruquintinib è stato somministrato come terapia di terza linea o successivamente ha migliorato la sopravvivenza globale mediana nei pazienti con carcinoma del colon-retto metastatico rispetto al placebo (6,6 mesi contro 9,3 mesi). A quel tempo, lo standard di cura per i pazienti con cancro del colon-retto metastatico in Cina era diverso da quello degli Stati Uniti, dell’Unione Europea e del Giappone.

Nel giugno 2020, la Food and Drug Administration ha concesso la designazione accelerata a Fruquintinib per il trattamento di alcuni pazienti con cancro del colon-retto precedentemente trattato.

Lo studio FRESCO-2 ha randomizzato 691 pazienti con carcinoma colorettale metastatico refrattario avanzato. I pazienti erano idonei al trattamento se avevano un cancro colorettale metastatico documentato e erano stati precedentemente trattati con chemioterapia, terapia anti-VEGF o inibitori del checkpoint immunitario (se la loro malattia era caratterizzata da instabilità microsatellitare elevata o carente di riparazione del disadattamento). I pazienti avevano un punteggio della scala del performance status ECOG di 0 o 1, malattia misurabile e sopravvivenza attesa di 12 settimane o più.

I pazienti hanno ricevuto Fruquintinib o placebo ogni giorno per tre settimane, seguite da una settimana di riposo, in cicli di 28 giorni. Le successive terapie antitumorali sono state somministrate al 29,4% nel braccio con Fruquintinib e al 34,3% nel braccio con placebo. Il tasso di controllo della malattia è stato del 55,5% per Fruquintinib rispetto al 16,1% per il placebo.

Eventi avversi correlati al trattamento di grado 3 o 4 si sono verificati nel 62,7% dei pazienti nel gruppo Fruquintinib e nel 50,4% nel gruppo placebo. Gli eventi più frequenti osservati in coloro che hanno ricevuto Fruquintinib sono stati ipertensione (13,6%), astenia (7,7%) e sindrome mano-piede (6,4%).

“Questo studio supporta il significativo miglioramento della sopravvivenza e il profilo di sicurezza gestibile di Fruquintinib”, ha affermato Dasari. “Sono entusiasta che questo trattamento possa prolungare la vita dei pazienti con cancro del colon-retto avanzato e preservarne la qualità”.

I ricercatori continueranno a rivedere i dati sulla qualità della vita dei partecipanti allo studio, poiché questi pazienti hanno un carico tumorale elevato ed effetti collaterali residui da terapie multiple che sono noti per ridurre le misure di qualità della vita. Gli studi in corso e futuri esploreranno ulteriori combinazioni di trattamento con Fruquintinib per i pazienti con carcinoma del colon-retto.

Fonte:Medicalxpress

ULTIMI ARTICOLI

La vitamina K previene la morte cellulare

(Vitamina k-Immagine: le cellule “-” muoiono per ferroptosi “+” La vitamina K previene efficacemente la ferroptosi. Credito: Mishima et al., Nature) Una nuova scoperta suggerisce anche...

L’Alzheimer: bassi livelli di beta amiloide la causa?

Una nuova ricerca dell'Università di Cincinnati rafforza l'ipotesi che il morbo di Alzheimer sia causato da un calo dei livelli di una specifica proteina,...

SLA: verso lo sviluppo di una terapia a base di proteine

(SLA-Immagine: effetto di ApoE sulla vitalità di mBEC dopo esposizione al plasma di topo SLA in vitro. A, sono stati osservati numerosi mBEC vitali...

L’ossitocina ha proprietà curative del cuore

(Ossitocina-Immagine Credit Public Doimain). I ricercatori hanno scoperto che l'ossitocina, spesso definita "l'ormone dell'amore", un giorno potrebbe aiutare a guarire i cuori dopo un infarto. Il...

Trombosi: nuova strategia per prevenire i coaguli di sangue

(Trombosi-Immagine Credit Public Domain). Una terapia con nanoparticelle sviluppata dai ricercatori degli University Hospitals (UH) e della Case Western Reserve University prende di mira i...