Melanoma: identificato il ruolo di una misteriosa molecola

0
18

Una nuova ricerca condotta dal Sanford Burnham Prebys Medical Discovery Institute (SBP) Lake Nona, scopre il modus operandi di una molecola misteriosa chiamata Sprightly, un IncRNA, che è stata precedentemente implicata nello sviluppo del cancro colorettale, cancro al seno e melanoma.

I risultati, pubblicati in Science Advances, rafforzano le ipotesi di indagare Sprightly come un potenziale target terapeutico o un marcatore biologico che identifica il cancro o predice la prognosi della malattia.

(Vedi anche:Nuovo farmaco riduce la diffusione delle cellule del melanoma del 90%).

“Mostriamo in questo studio che la molecola Sprightly agisce per l’organizzazione dei geni correlati al cancro nel nucleo della cellula,” dice l’autore senior dello studio Ranjan Perera, Direttore scientifico SBP. “Questi geni possono essere promettenti bersagli terapeutici sia singolarmente che in combinazione con la molecola, per la lotta contro il cancro”.

Sprightly è un tipo di molecola lncRNA, lungo RNA non codificante. Gli IncRNAs sono stati a lungo considerati come spazzatura, perché non sono tradotti in proteine. Tuttavia, negli ultimi anni sono stati collegati ai ruoli essenziali nella cellula e la loro disregolazione è stata collegata alla malattia.

Il gruppo di Perera ha già dimostrato che sprightly è presente a livelli elevati nelle cellule di melanoma e che abbassare i livelli della molecola favorisce la morte delle cellule tumorali. I ricercatori hanno scoperto che i livelli di sprightly e altri lncRNAs sono elevati nel cancro prostatico rispetto al tessuto normale, suggerendo che la molecola potrebbe essere un marker diagnostico o prognostico del tumore.

“In alcuni campioni tumorali di pazienti e linee cellulari di cancro, abbiamo scoperto che i livelli di alcuni lncRNAs risultano aumentati”, dice il primo autore dello studio Bongyong Lee, un post-dottorato del laboratorio di Perera. “Ma per capire il significato di questo, abbiamo bisogno di sapere che cosa fanno queste molecole nelle cellule. Il modo migliore per scoprirlo è quello di osservare i loro partner di legame”.

Gli IncRNAs si legano a molte componenti cellulari, tra cui il DNA e proteine. Il laboratorio di Perera ha deciso di fare un ulteriore passo e indagare se sprightly entra in contatto con altri RNA nelle cellule di melanoma.

Il team ha scoperto che la molecola effettivamente ha 115 partner di RNA che codificano per le proteine, sei dei quali considerati “grandi” partner. È interessante notare che tutti i sei geni sono stati già implicati in una varietà di tumori.

Gli scienziati hanno poi usato CRISPR / Cas9, un metodo di modifica genomico recente, per ridurre l’espressione di sprightly nelle cellule di melanoma ed hanno trovato che i livelli della maggior parte dei suoi sei partner principali erano stati ridotti.  Inoltre, in un modello murino di melanoma immunocompromesso, i tumori con solo una piccola quantità di sprightly sono cresciuti molto più lentamente rispetto ai tumori con livelli più tipici di RNA.

Il gruppo è interessato a capire il ruolo di sprightly anche nelle metastasi. Nel nuovo studio, l’ analisi di dati di grandi dimensioni dei rapporti tra di sprightly e vari vincolanti RNA partner condotti da collaboratori SBP, Shaojie Zhang, (University of Central Florida) e Animesh Ray, (Keck Graduate Institute di Claremont, Calif.,) suggerisce che lncRNA potrebbe essere coinvolto nelle metastasi al cervello che si sviluppano nel melanoma. Il team ha in programma di testare questa ipotesi.

Fonte: Science Advances