HomeSaluteTumoriCancro al fegato: strutture di zucchero rivelano specifici sottotipi

Cancro al fegato: strutture di zucchero rivelano specifici sottotipi

(Cancro al fegato-Immagine: a sinistra è mostrata una colorazione istologica di un tessuto tumorale HCC, con la regione tumorale delineata in blu. A destra è mostrata un’espressione di una struttura di N-glicani da MALDI-IMS, con questo zucchero direttamente correlato alla regione del tumore. Credito: Medical University of South Carolina).

I ricercatori della Medical University of South Carolina (MUSC) riferiscono su Molecular Cancer Research di aver identificato strutture di zucchero specifiche correlate a sottotipi specifici di carcinoma epatocellulare (HCC), la forma più comune di cancro al fegato. La capacità di distinguere i sottotipi di HCC potrebbe portare a una diagnosi precoce e a terapie mirate per la malattia.

Solo circa l’8% dei pazienti con HCC sopravvive, in parte perché la loro malattia non è stata rilevata precocemente, quando la chirurgia o la chemioterapia avrebbero potuto essere più efficaci. Lo screening per l’HCC si basa attualmente su un singolo biomarcatore, che potrebbe non essere rilevante per tutti i sottotipi, il che significa che molti casi potrebbero essere persi.

- Advertisement -

“Abbiamo pensato che tutti i tumori del fegato fossero uguali e che si potesse utilizzare lo stesso strumento diagnostico per tutti”, ha spiegato Anand Mehta, Ph.D., autore senior dell’articolo e Professore presso il Dipartimento di farmacologia cellulare e molecolare e sperimentale del MUSC. Terapeutico. “E questa è un’enorme limitazione nella diagnosi precoce. È l’ostacolo più grande in questo momento”.

Strumenti diagnostici in grado di distinguere meglio i sottotipi di cancro al fegato aiuterebbero la diagnosi precoce e potrebbero portare a terapie personalizzate. Questo approccio è già utilizzato per il cancro al seno e altri tumori e Mehta pensa che potrebbe funzionare anche per il cancro al fegato.

Vedi anche:Il cancro al fegato è indotto dalle infezioni virali

Nell’attuale studio, lui e il suo team, che in precedenza avevano studiato le strutture dello zucchero nei tumori dell’HCC, hanno cercato di trovare un modo per correlare specifiche strutture dello zucchero a specifici sottotipi di cancro al fegato.

- Advertisement -

Circa il 60% delle proteine ​​del corpo umano contiene zuccheri. Questi zuccheri specifici, gli N-glicani, cambiano in un ambiente canceroso. Ad esempio, immagina di decidere quale outfit indossare in base alla temperatura esterna. Nei tessuti normali, le proteine ​​sono “decorate” con zuccheri specifici, ad es. uno spesso mantello per il clima invernale. In un tumore, indipendentemente dall’ambiente, le proteine ​​sono decorate a caso con zuccheri, ad esempio un pelo spesso e un berretto per il clima estivo. Mehta e il suo laboratorio hanno usato questi “vestiti” specifici per distinguere i tre sottotipi genetici di HCC. Questa è la prima prova che dimostra che i sottotipi genetici dei tumori influenzano il profilo dello zucchero“, ha affermato Andrew DelaCourt, un dottorando nel laboratorio Mehta e autore principale dell’articolo.

DelaCourt ha ritenuto particolarmente interessante che il biomarcatore attualmente utilizzato per lo screening dell’HCC sia in grado di rilevare solo uno dei due sottotipi aggressivi studiati dal team, riducendo la probabilità che la malattia venga rilevata precocemente nelle persone con quel sottotipo. I ricercatori hanno scoperto che un particolare zucchero, il fucosio, è associato all’altro sottotipo aggressivo e potrebbe essere utilizzato come biomarcatore di rilevamento precoce.

Per questo studio, Mehta e DelaCourt hanno identificato gli zuccheri sui tumori HCC, utilizzando una tecnica sperimentata al MUSC che si basa sulla tecnologia di imaging avanzata MALDI-IMS, che funziona determinando la massa degli zuccheri che vengono scissi da un campione di tessuto. Con queste informazioni, il laboratorio di Mehta è stato in grado di identificare quali zuccheri erano correlati a quale sottotipo di tumore HCC.

Andando avanti, il team desidera espandere questa ricerca studiando se è possibile identificare i sottotipi di HCC utilizzando campioni di sangue dei pazienti. Una diagnostica basata sul sangue avrebbe diversi vantaggi clinici. Sarebbe molto meno invasiva, in quanto non richiederebbe ai pazienti di sottoporsi a una biopsia del tumore. Potrebbe anche essere più facilmente interpretata, poiché i livelli di zucchero nel sangue possono essere valutati con tecniche ampiamente disponibili.

“L’obiettivo è analizzare la somiglianza tra i cambiamenti degli zuccheri nel sangue e nei tessuti tumorali“, ha detto Mehta. “Questo è il prossimo passo verso la rilevanza clinica”.

ULTIMI ARTICOLI

Cancro al fegato: strutture di zucchero rivelano specifici sottotipi

(Cancro al fegato-Immagine: a sinistra è mostrata una colorazione istologica di un tessuto tumorale HCC, con la regione tumorale delineata in blu. A destra è mostrata...

Obesità:mangiare meno grassi può salvare i tuoi capelli

(Obesità-Immagine:aspetto di topi alimentati con una dieta ricca di grassi (a destra) e una dieta standard (a sinistra). Credito: Dipartimento di biologia delle cellule staminali,...

L’attività fisica può accelerare il rischio di infarto

(Attività fisica/cuore-Immagine Credit Public Domain). L'attività fisica può paradossalmente accelerare l'accumulo di depositi di calcio (placca) nelle arterie coronarie, la cui quantità viene utilizzata per...

Glaucoma: i farmaci per il diabete prevengono il rischio

(Glaucoma-Immagine Credit Public Domain). Una classe popolare di farmaci per il diabete chiamati agonisti del GLP-1R (Trulicity e Rybelsus) può anche proteggere dal glaucoma i...

Colite: ectoenzima idrolizzante migliora i sintomi

(Colite-Immagine: E-NTPD8 nelle cellule epiteliali del colon mantiene l'omeostasi intestinale attraverso l'idrolisi dell'ATP luminale prodotto dai batteri commensali (a sinistra). Un aumento del livello di...