Trattare la psoriasi con la curcuma

curcuma,psoriasi

La curcuma è nota soprattutto per l’aggiunta di sapore ai piatti indiani. È una spezia di colore giallo con potenti proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti. Può essere utilizzata in forma di polvere o radice o come supplemento dietetico.

I ricercatori hanno studiato l’uso della curcuma nella prevenzione e gestione di una serie di condizioni, in particolare quelle che coinvolgono l’infiammazione. Recenti ricerche hanno dimostrato che la curcuma può contribuire ad alleviare la psoriasi e altre condizioni infiammatorie legate alla pelle.

La curcuma è generalmente considerata sicura per la maggior parte delle persone, ma ci sono alcune precauzioni da rispettare.

Le persone con malattie della colecisti, ad esempio, non dovrebbero utilizzare integratori di curcuma, in quanto possono peggiorare la condizione. Dosi elevate di curcuma per un periodo di tempo prolungato, possono causare nausea e diarrea.

Le persone che utilizzano integratori di curcuma per la psoriasi devono prima rivolgersi al loro medico per assicurarsi che non interferisca con i farmaci usati.

( Vedi anche:Fai da te una bevanda miracolosa per la salute, alla curcuma e latte).

La curcuma può trattare la psoriasi?

Uno studio pubblicato dall’ Iraniana Journal of Pharmaceutical Research ha esaminato il potenziale beneficio di una preparazione topica di curcuma, per la psoriasi.

Dopo 9 settimane di applicazione del preparato a base di curcuma, i partecipanti hanno notato un miglioramento significativo dei sintomi e una riduzione delle lesioni.

Uno studio più recente ha suggerito che le proprietà anti-infiammatorie della curcuma possono avere un ruolo nel trattamento della psoriasi.

Un altro studio pubblicato dal Journal of American Academy of Dermatology ha esaminato l’effetto della curcumina orale sulla psoriasi ed i ricercatori hanno concluso che il supplemento è sicuramente meglio di un placebo nel controllo dei sintomi.

Altri benefici per la salute derivati dalla curcuma

La depressione è stata collegata all’ infiammazione e alcuni studi hanno trovato che la curcumina presente nella curcuma può alleviare la depressione, in alcuni casi. I ricercatori credono che ci sia un ulteriore meccanismo dietro i potenziali effetti della curcuma sull’ umore, anche se questo meccanismo rimane ancora sconosciuto.

Il composto curcumina nella curcuma può anche essere utile per trattare l’artrite reumatoide. I pazienti possono utilizzare un unguento contenente curcumina o integratori che aiutano a gestire il gonfiore e il dolore associato con il disordine.

Alcune ricerche suggeriscono che la curcumina può aiutare a mantenere in equilibrio i livelli di zucchero nel sangue e gestire il diabete di tipo 2 s e è combinata con modifiche dello stile di vita.

Altre ricerche hanno suggerito che la curcuma può aiutare a bruciare i grassi e perdere peso. Non è noto se la curcuma incoraggia il corpo a bruciare il grasso o se la perdita di peso deriva da altri fattori.

La curcuma si è rivelata utile anche per il trattamento della trombosi vascolare riducendo la coagulazione.

La curcuma non dovrebbe mai essere usata come un sostituto dei farmaci prescritti. Qualsiasi uso della curcuma per una condizione diagnosticata, dovrebbe essere discusso con un medico.

Fonte: Medicalnews

Altri articoli su curcuma, psoriasi