Fibromialgia: scoperto il collegamento tra DNA e dolore articolare cronico diffuso

fibromialgia

Gli scienziati del King College di Londra, finanziati dall’Arthritis Research UK, hanno trovato un legame tra i cambiamenti  sulla parte esterna del DNA (epigenetica) e diffuso dolore articolare cronico, uno dei principali sintomi della fibromialgia, una condizione cronica comune che provoca a lungo termine, stanchezza e dolore diffuso nei muscoli e ossa.

Le cause di questa condizione sono poco conosciute e ci sono trattamenti molto limitati. Non ci sono test diagnostici e non può essere rilevata mediante test convenzionali, quali scansioni o raggi-x.

Lo studio, pubblicato sulla rivista PLoS One, aiuterà gli scienziati a sviluppare un esame del sangue per diagnosticare la fibromialgia, che colpisce 1 persona su 25.

Il Dr. Frances Williams, uno degli autori dello studio del Department of Twin Research and Genetic Epidemiology, ha detto: ‘La fibromialgia è influenzata da fattori genetici, ma ci sono molti passi complicati tra geni e malattie. Identificare i collegamenti epigenetici con la malttia è un importante passo avanti. I risultati di questo studio forniscono nuove intuizioni alla ricerca futura non solo sulla fibromialgia, ma anche su altre sindromi dolorose croniche, come la sindrome dell’intestino irritabile”.

Stephen Simpson, Direttore dell’ Arthritis Research UK ha commentato la ricerca: ” Ci sono milioni di persone nel Regno Unito che vivono con il dolore da fibromialgia. Questa ricerca è un importante passo avanti nella nostra comprensione di come le differenze epigenetiche tra gli individui possono influenzare la nostra probabilità di sviluppare la fibromialgia e diffuso dolore cronico. Molte persone hanno avuto grosse difficoltà prima di ottenere una diagnosi di fibromialgia. Questa ricerca aiuterà a spianare la strada per una migliore comprensione, gestione e trattamento dei dolori articolari”.

I ricercatori hanno utilizzato coppie di gemelli per indagare se i modelli di marchi sul DNA (metilazione del DNA) possono influenzare il modo in cui il gene si attiva nella produzione di particolari proteine e se vi è una differenza tra persone con e senza diffuso dolore cronico muscolo-scheletrico.

” L’epigenetica è lo studio dei fenomeni che, senza mutare ciò che è scritto nel DNA, imprimono un marchio sul genoma (epi in greco significa stare sopra). Tale “segno” istruisce le cellule su come e quando leggere determinati geni, regolando così la loro espressione. L’analisi epigenetica ha una grande importanza biomedica: non tutto ciò che siamo (la nostra longevità, le malattie di cui potremmo soffrire) è svelato dall’ordine in cui le basi azotate che compongono il DNA (Adenina, Timina, Citosina e Guanina) si alternano lungo la doppia elica. Ciò che siamo dipende anche dalla maniera in cui l’informazione contenuta nel DNA si presta a essere letta dalle cellule.

I meccanismi che “segnano” il DNA sono numerosi, molto spesso orchestrati dall’ambiente. Gli scienziati hanno identificato tre geni che che presentano diverse metilazioni del DNA in persone con e senza dolore cronico diffuso. Le prime indicazioni suggeriscono che le persone possono avere diversi modelli di metilazione sul loro DNA e che questo potrebbe alterare l’attività di alcuni geni e causare la fibromialgia, in primo luogo.

Fonte: Medicalxpress

Altri articoli su fibromialgia