Presto in piedi dopo la frattura dell’anca

frattura dell'anca

Un farmaco già disponibile può aiutare i pazienti a rimettersi in piedi più rapidamente dopo una frattura dell’anca, secondo uno studio internazionale pubblicato nel Journal of Surgery Bone Joint. I risultati suggeriscono che il trattamento con il farmaco accelera il processo di guarigione delle fratture.

“Abbiamo dimostrato che i pazienti si muovono meglio e soffrono meno dolore dopo una frattura dell’anca, quando ricevono questo trattamento”, afferma Per Aspenberg, Prof. di Ortopedia presso l’Università di Linköping in Svezia e autore principale dello studio.

Il farmaco utilizzato in questa sperimentazione si chiama Teriparatide ed è un polipeptide sintetico, ricombinante, dell’ormone umano paratiroideo (PTH), attualmente usato per trattare l’osteoporosi.

( Vedi anche: Nuova scoperta sulla guarigione delle fratture ossee).

“Le ossa contengono sia le cellule che abbattono il tessuto osseo che le cellule che creano nuovo tessuto osseo. Questo ormone stimola entrambi i tipi di cellule, ma ha un maggiore effetto sulle cellule che creano nuovo tessuto osseo e rende così lo scheletro più forte”, dice il ricercatore.

In precedenza, i ricercatori hanno sperimentato il farmaco sugli animali ed hanno dimostrato che l’effetto benefico dell’ormone è molto più forte durante la guarigione delle fratture ossee che per la salute dello scheletro in generale, ad esempio, nel trattamento dell’ l’osteoporosi.

Lo studio ha esaminato 171 pazienti con una frattura pertrocanterica che si verifica tra il collo del femore e una prominenza ossea inferiore chiamata piccolo trocantere. I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a uno dei due gruppi: un gruppo ha ricevuto Teriparatide dopo l’intervento chirurgico e un gruppo ha ricevuto un altro farmaco comunemente usato per curare l’osteoporosi.

Né i pazienti né il personale sapevano quale trattamento il paziente aveva ricevuto. I pazienti hanno in eseguito un test per verificare la loro mobilità dopo l’intervento chirurgico.

I pazienti che hanno ricevuto Teriparatide hanno recuperato la motilità molto più rapidamente rispetto ai pazienti dell’altro gruppo.

“È mia conclusione che questo studio dimostra chiaramente che il trattamento con PTH accelera il processo di guarigione delle fratture. I pazienti riescono a muoversi meglio dopo solo sei settimane”, afferma Aspenberg.

Lo studio è stato condotto in 17 paesi da una società farmaceutica con la partecipazione di diversi ricercatori.

Fonte: Journal of Surgery Bone Joint

Altri articoli su frattura dell'anca