L’artrosi può essere causata dalle cellule senescenti

artrosi

I ricercatori hanno trovato prove che dimostrano che la senescenza cellulare – il motivo per cui le cellule smettono di dividersi – è una causa di artrosi e suggeriscono che la scoperta potrebbe offrire un nuovo promettente trattamento per prevenire o trattare la condizione.

Il coautore dello studio Dr. James Kirkland, Direttore del Robert and Arlene Kogod Center on Aging presso la Mayo Clinic a Rochester e colleghi, hanno pubblicato le loro conclusioni in The Journals of Gerontology, Series A: Biological Sciences and Medical Sciences.

“L’osteoartrite, meglio conosciuta come artrosi, è un’alterazione degenerativa cronica della cartilagine articolare, un materiale duro, ma elastico che ricopre le estremità delle ossa lunghe, riducendo gli attriti, aumentando la capacità di assorbire gli impatti e migliorando la funzionalità complessiva dell’articolazione”.

( Vedi anche:Sviluppato un nuovo test per la diagnosi precoce dell’artrosi).

Come la condizione peggiora, le ossa possono perdere la loro  forma. Inoltre, possono insorgere escrescenze chiamate speroni ossei e frammenti di ossa e cartilagine possono staccarsi e galleggiare nello spazio del giunto. Questo può innescare una risposta infiammatoria che aggrava il dolore, così come i danni alla cartilagine e alle ossa.

Anche se la condizione può svilupparsi a tutte le età, è più comune tra le persone di età compresa tra 65 anni  e oltre.

Non esiste una cura per l’artrosi, ma solo terapie che possono aiutare a gestire i sintomi. Queste includono farmaci antinfiammatori per lenire il dolore, come i farmaci antinfiammatori non steroidei ( FANS) e corticosteroidi. In alcuni casi, può essere necessario un intervento chirurgico articolare.

 

Iniezione di cellule senescenti hanno portato allo sviluppo dei sintomi dell’artrosi nei topi

Le cause precise dell’artrosi non sono chiare, anche se studi precedenti hanno suggerito che la  senescenza cellulare protrebbe essere coinvolta nello sviluppo della condizione.

La senescenza cellulare è il processo mediante il quale le cellule smettono di dividersi. Le cellule senescenti si accumulano con l’età e possono causare gravi danni ai tessuti e organi, contribuendo ad una serie di malattie legate all’età.

Nel loro studio, il Dott Kirkland e colleghi, hanno  cercato di cui verificare se la senescenza cellulare ha un nesso causale con l’artrosi, un’associazione che secondo gli studi precedenti è ancora da stabilire.

Per lo studio, il team ha utilizzato un modello di trapianto di cellule senescenti. Ciò ha comportato il prelievo di cellule sia senescenti che non senescenti dalla cartilagine dell’orecchio dei topi. Queste cellule sono state in seguito iniettate nelle articolazioni del ginocchio dei roditori.

Nel corso di un periodo di 10 giorni, i ricercatori hanno monitorato le cellule iniettate con la bioluminescenza e fluorodeossiglucosio (FDG) per l’imaging biomedico ed in particolare come radiotracciante per la tomografia ad emissione di positroni (PET).

I ricercatori hanno scoperto che l’accumulo di cellule senescenti intorno alle articolazioni del ginocchio dei topi ha portato allo sviluppo di una serie di sintomi tipici dell’artrosi come il dolore alle gambe, danni alla cartilagine e mobilità compromessa.

Questi risultati, secondo gli autori, forniscono la prova di un nesso causale tra la senescenza cellulare e l’artrosi e aprono la strada a nuovi modi per ritardare, prevenire o trattare la malattia.

” L’osteoartrite era stata precedentemente associata all’accumulo di cellule senescenti vicino alle articolazioni, tuttavia, questa è la prima volta che c’è stata l’evidenza di un nesso causale. Noi crediamo che il target delle cellule senescenti potrebbe essere un modo promettente per prevenire o alleviare l’artrosi correlata all’età”, ha detto il Dr. James Kirkland.

Fonte: Medicalnews

 

Altri articoli su artrosi