Ipertensione

ipertensione

Che cos’è l’ipertensione?

L’ipertensione è una condizione cronica nella quale la pressione arteriosa  supera costantemente  i valori di 140/90 mmHg. E’ possibile avere valori pressori alti per anni senza accusare alcun sintomo. L’alta pressione  aumenta  il rischio di problemi cardiocircolatori, incluso attacchi di cuore e infarti.

Sintomi

Molte persone che soffrono di ipertensione non hanno alcun sintomo, anche se la loro pressione raggiunge livelli pericolosi. Talvolta si può accusare mal di testa, vertigini, sangue dal naso, ma questi sintomi si possono manifestare anche solo quando la pressione raggiunge valori pericolosi per la vita.

Quando consultare un medico

La misurazione della pressione arteriosa è un controllo di routine della visita medica.
In presenza di una diagnosi di ipertensione o di altri fattori di rischio per le malattie cardiovascolari, la pressione deve essere monitorata con maggiore frequenza.

Cause

Ci sono due tipi di ipertensione.

Ipertensione primaria

E’ il tipo di ipertensione che ha cause non identificabili. Tende solitamente ad aumentare con il passare degli anni.

Ipertensione secondaria

E’ dovuta a una secondaria condizione patologica. Tende ad apparire all’improvviso e causa un’aumento pressorio maggiore di quella primaria. Ci sono varie condizioni che possono innescare un’ipertensione secondaria :

  • Problemi renali
  • Tumori della ghiandola surrenale
  • Difetti circolatori congeniti
  • Alcuni farmaci tra cui anticoncezionali, antifebbrili, decongestionanti, etc…
  • Stupefacenti come le anfetamine e la cocaina

Fattori di rischio

La pressione alta ha molti fattori di rischio tra cui:

  • Età. La pressione aumenta con l’aumento dell’età. E’ frequente tra uomini di mezza età e nelle  donne dopo la menopausa
  • Razza. Le persone di colore sono geneticamente più predisposte all’insorgenza dell’ipertensione. Anche l’incidenza di infarti è maggiore tra le persone di colore.
  • Familiarità. Spesso l’ipertensione ha una base genetica.
  • Essere obesi o in sovrappeso. Più si è pesanti più serve sangue per portare ossigeno e nutrienti ai tessuti. E se aumenta il volume di sangue nei vasi, aumenta anche la pressione sulle pareti delle arterie.
  • Fumare. Non solo il tabacco aumenta temporaneamente la pressione, ma danneggia anche i rivestimenti delle arterie causandone il restringimento.
  • Troppo sale nella dieta. Troppo sodio nel corpo trattiene i liquidi e causa ipertensione.
  • Troppo poco potassio. Il potassio bilancia il sodio nel corpo. Poco potassio porta all’aumento di sodio.
  • Bassi livelli di vitamina D. Non è ancora sicuro se la vitamina D influisce sulla pressione. Bassi livelli infatti potrebbero influenzare un enzima renale causando l’ipertensione.
  • Bere alcolici
  • Alti livelli di stress. Lo stress può aumentare drammaticamente la pressione arteriosa. Se si cerca di rilassarsi mangiando, fumando o bevendo alcolici, non si fa altro che peggiorare la situazione.
  • Condizioni croniche come il colesterolo alto, disfunzioni renali possono contribuire all’ipertensione.

ipertensione

Complicazioni

La pressione eccessiva sulle pareti delle arterie può danneggiare i vasi sanguigni e gli organi del corpo. Più alta è la pressione maggiore sarà il danno subito.

L’ipertensione può potare a:

  • Infarto. L’ipertensione causa indurimento e ispessimento delle arterie che possono portare attacchi di cuore, infarti e altre complicazioni.
  • Aneurismi. La pressione alta causa l’indebolimento e la rottura dei vasi sanguigni provocando aneurismi.
  • Malattie renali. Indebolimento e restringimento dei vasi sanguigni renali compromettendo la funzionalità dell’organo.
  • Perdita della vista per ispessimento e restringimento dei vasi sanguigni dell’occhio.
  • Sindrome metabolica
  • Perdita di memoria e confusione. L’ipertensione può anche influenzare il pensiero, la memoria e l’apprendimento.

Referenze

http://it.wikipedia.org/wiki/Ipertensione
http://siia.it/