Giornata mondiale AIDS 2016: da oggi in farmacia il test per l’autodiagnosi

AIDS,HIV

Il primo dicembre si celebra la giornta mondiale dell’AIDS. Il 2015 è stato un anno record per le nuove diagnosi: 153.407 casi rispetto ai 142.000 dell’anno precedente. Circa l’80% delle persone con Hiv si trova nei paesi dell’Europa dell’Est, il 3% nel Centro Europa e il 18% negli Stati dell’Ovest. In Italia le nuove diagnosi di infezione Hiv nel 2015 sono state 3400. C’è da dire anche che, rispetto al 2014 , in Italia si è registrata una diminuzione del 10% del numero di persone contagiate, trend in calo da tre anni. Il maggior numero dei casi si registra nel Lazio, Lombardia, Liguria e Emilia-Romagna e l’età media è di 39 anni per i maschi e di 36 anni per le femmine.

Oggi una diagnosi di infezione dal virus dell’HIV non è più una sentenza. e gli ultimi farmaci antivirali a disposizione possono rendere la malattia cronica ma non mortale.
E’ importante però avere una diagnosi tempestiva e si stima che in Europa una persona su sei non sia consapevole di essere stata infettata (in Italia si stimano da 6.500 a 18.000 persone sieropositive non diagnosticate). Proprio per aumentare la consapevolezza e diminuire le diagnosi tardive l’OMS ha deciso di raccomandare l’utilizzo del test di auto-diagnosi che è disponibile dal primo dicembre nelle farmacie di tutta Italia. Distribuito dalla Mylan, ha un costo di 20 euro ed è semplice da eseguire: basta un piccolo prelievo di sangue dal polpastrello ed in quindici minuti si ha il risultato.

Prima di eseguire il test però è importante attendere almeno 90 giorni dall’ultimo rapporto a rischio ( il cosiddetto periodo finestra ), periodo durante il quale vengono prodotti gli anticorpi che segnalano la presenza del virus. L’attendibilità del test, se eseguito correttamente, è molto alta, di poco inferiore al 100%.
Per acquistare il test non è necessaria la ricetta medica ma bisogna essere maggiorenni.

Altri articoli su AIDS, HIV