Fibroma uterino: nuovo trattamento non chirurgico

embolizzazione,fibroma uterino,GnRH

Le donne con fibroma uterino di dimensioni superiori a 10 cm, possono scegliere una nuova opzione di trattamento basata su terapia ormonale ed embolizzazione dell’arteria uterina. La nuova opzione terapeutica può sostituire l’isterctomia che rende le donne sterili.Lo studio, condotto presso l’Università Yansei College of Medicine di Seoul, ha incluso 40 donne con fibroma uterino di 10 cm o più. Dodici delle donne hanno ricevuto un trattamento con gonadotropine releasing hormone (GnRH), per ridurre i fibromi prima di essere sottoposte ad embolizzazione dell’arteria uterina. Le restanti 28 pazienti sono state sottoposte a sola embolizzazione dell’arteria uterina. Lo studio ha dimostrato che l’aggiunta di antagonisti GnRH come parte del trattamento, ha ridotto i fibromi di grandi dimensioni del 37%. Il trattamento  non ha presentato complicazioni. Inizialmente c’è stato un disaccordo sull’embolizzazione, a causa della preoccupazione di un aumento del rischio di infezioni o sepsi. Delle 28 pazienti trattate con sola embolizzazione, solo 4 hanno avuto complicazioni e sono state trattenute in Ospedale per più di 48 ore.  Tutte le 12 pazienti che hanno ricevuto entrambi i trattamenti, hanno mostrato necrosi completa dei fibromi. Lo studio suggerisce il trattamento con GnRh antagonisti come pre trattamento per pazienti con fibroma di grandi dimensioni  e che vogliono evitare l’intervento chirurgico.

Altri articoli su embolizzazione, fibroma uterino, GnRH